Home CULTURA Ascona, a “Casa Serodine” si riparte dall’arte di Pietro Beretta

Ascona, a “Casa Serodine” si riparte dall’arte di Pietro Beretta

L’identità e l’esperienza artistica del luganese Pietro Beretta, classe 1941, quale atto reinaugurale di “Casa Serodine” ad Ascona: da sabato 27 giugno la mostra “Pietro Beretta. Bricoleur dell’anima”, evento curato da Mara Folini insieme con il gruppo operativo del “Museo comunale d’arte moderna”. Cresciuto proprio sulle rive del Verbano ed in famiglia caratterizzata da numerose presenze di intellettuali e di artisti, Pietro Beretta si è in realtà dedicato all’arte solo sul sopravvenire dei 60 anni, cioè una volta giunto alla pensione, dando spazio a competenze culturali acquisite nel tempo ed oscillando quindi tra informale e “pop art” e tra “neodada” e neoavanguardie. Apertura sino a domenica 23 agosto, dal giovedì al sabato (ore 10.00-12.00 e 14.00-17.00) oltre che nelle domeniche e nei festivi (ore 10.30-12.30; unica eccezione il Primo agosto, giorno di chiusura totale); ingresso libero. In immagine, “Casa Serodine” su piazza San Pietro ad Ascona.