Home POLITICA Tassa rifiuti, 2022 con megasupersconto: un franco ogni 20 sacchetti…

Tassa rifiuti, 2022 con megasupersconto: un franco ogni 20 sacchetti…

Esultate, cittadini tenitori di conti domestici; rallegratevi, massaie rurali che dal tramonto all’alba s’arrovellano nel far quadrare i bilanci domestici; giunge l’alba della felicità, ché per i rifiuti solidi urbani poco o nulla si pagherà, l’anno prossimo. Scherzino: cambiano i prezzi dello smaltimento, cambiano e diminuiscono; in proporzione, Palazzo delle Orsoline in Bellinzona garantirà uno sconticello in fattura, cioè sull’esito più tangibile che è dato dalla tassa sul sacco. Sta scritto, e così fu approvato, che le autorità municipali avranno facoltà di ridurre e di rifissare l’entità della tassa fra un minimo di 0.90 ed un massimo di 1.20 franchi per ogni sacco da 35 litri; sapendosi che ora i rebbi della forchetta stanno fra 0.95 ed 1.25 franchi per identica quantità, ciò equivale ad una riduzione di cinque centesimi di franco per ciascun sacchetto ovvero un franco ogni 20; si comprenderà l’allegrezza che viene generata da un simile evento, sono numeri da “kolossal” hollywoodiano, davvero. E ciò perché, come da “relata” di fonte “Azienda cantonale rifiuti”, sussiste l’opportunità di applicare una riduzione da 160 a 150 franchi la tonnellata (Iva esclusa) per quanto riguarda il prezzo praticato ai Comuni. Le cui autorità, se si sta letteralmente al documento distribuito alla stampa e consultabile anche sul sito InterNet del Cantone (www.ti.ch), propriamente non hanno un obbligo di adottare lo sconto; questione di uso del verbo servile, risultando infatti che “la tassa sul quantitativo potrà essere diminuita e fissata dai Municipi” all’interno della scala indicata.

Un chiarimento, a scanso di equivoci, sarebbe utile e gradito: cinque centesimi in taglio lineare e per tutti o adeguamento (con rischio di non adeguamento) secondo discrezionalità locale? A proposito: a) la riduzione sarà da proporzionarsi per sacchi dal volume diverso; b) nei Comuni per i quali valga la cosiddetta “tassa sul peso”, il minimo risulta pari a 0.18 franchi il chilogrammo ed il massimo va a 0.24 franchi il chilogrammo, in calo di un centesimo rispetto allo 0.19-0.25 franchi stabilito per l’annata 2021.

Articolo precedenteMesocco, in ultimazione i cantieri su cinque sottopassaggi
Articolo successivoDenaro finto contro denaro vero, truffa “rip deal” stroncata a Lugano