Home CONFINE Rapine, furti e affini: macedone rispedito in patria da Verbania

Rapine, furti e affini: macedone rispedito in patria da Verbania

Nell’arco di 10 dei suoi 33 anni anagrafici, e per essere precisi fra il 2004 ed il 2014 cioè quando aveva fra i 16 ed i 26 anni, si rese responsabile di furti, rapine ed altri reati contro il patrimonio soprattutto; poi la sua carriera criminale subì un’interruzione su intervento delle forze dell’ordine e dell’autorità giudiziaria, e difatti le ultime notizie circa il soggetto giunsero dalla casa circondariale di Verbania frazione Pallanza (provincia del Verbano-Cusio-Ossola, Italia), dove l’uomo si trovava detenuto. Necessario l’uso del verbo all’indicativo imperfetto: su decisione del giudice di sorveglianza, ed in normale applicazione delle norme vigenti, l’uomo – un cittadino della Macedonia del Nord, pluripregiudicato e per nulla gradito – è stato prelevato e trasferito nel Paese di origine previo accompagnamento coattivo all’aeroporto. Da escludersi un rientro su suolo tricolore.

Articolo precedenteBargeld und Drogen sichergestellt: Albaner verhaftet
Articolo successivo“Coronavirus” nelle scuole, saliscendi ma a quote alte: ora i casi sono 42