Home CRONACA “Radar” mobili, nel Luganese peggio che un Pvp impazzito

“Radar” mobili, nel Luganese peggio che un Pvp impazzito

In giorni di polemiche su un certo “radar” che ad avviso di taluni sarebbe stato piazzato in modo tale da falcidiare automobilisti e motociclisti in transito (ma altra è la versione ufficiale. Nulla di nuovo sotto il sole), si prenda atto dell’elevata concentrazione di controlli della velocità sul Luganese nella settimana compresa fra lunedì 23 e domenica 29 settembre, come da odierna nota di fonte Polcantonale. Nell’ordine, per zone e località: nel Distretto di Leventina, Bodio, Pasquerio e Pollegio; nel Distretto di Blenio, Dongio; nel Distretto di Riviera, Osogna, Biasca e Prosito; nel Distretto di Bellinzona, Castione e Bellinzona; nel Distretto di Locarno, Losone, Locarno e Tegna; nel Distretto di ValleMaggia, Gordevio; nel Distretto di Lugano, Pregassona, Molino Nuovo, Morcote, Paradiso, Pianroncate, Monteggio, Astano, Vico Morcote, Agno, Cadro, Davesco-Soragno, Bioggio e Cadempino; nel Distretto di Mendrisio, Novazzano. Due l sedi (Gerra Piano e Medeglia) dei controlli semistazionari.