Home REGIONI Paradiso, anziani senza problemi se la spesa arriva a casa

Paradiso, anziani senza problemi se la spesa arriva a casa

Non sempre semplice, per un anziano, il “giro” delle commissioni: soprattutto se c’è di mezzo la spesa settimanale (che è un’esigenza quasi ineludibile; non per la spesa in sé, ma per il trasporto delle merci), soprattutto se manca la disponibilità di un mezzo privato o, al netto del problema di portarsi addietro prodotti per una dozzina e più di chilogrammi, se accade che la fermata più prossima dei mezzi pubblici si trovi a significativa distanza dal domicilio. Stato di fatto più che sufficiente, dal 2003 in poi ed anche per il 2020 come riferiscono fonti del Municipio, per convincere l’autorità politica di Paradiso a confermare il servizio di consegna a domicilio denominato “La spesa ti pesa?”, a suo tempo ideato a favore dei domiciliati nel territorio comunale e che, trovandosi in età Avs e magari soli e magari con difficoltà motorie, possono gradire un’assistenza… corsaiola sino all’uscio di casa, a modico costo e con la garanzia della totale congruenza tra acquisti alimentari effettuati e referenze consegnate.

Il metodo, in applicazione ed in affinamento nel corso degli anni, è sviluppato in collaborazione con il servizio di corriere veloce “Saetta verde”, i cui operatori fanno dunque la spola tra il punto-vendita individuato (filiale “Migros” o “Manor” in centro Lugano, struttura “Coop”, struttura “Coopcity”) e l’abitazione dell’utente. Procedura: a) anziano in visita alla piattaforma della grande distribuzione organizzata di sua preferenza, con tutto il tempo a disposizione per la scelta dei prodotti; b) una volta portati a termine gli acquisti (due soli vincoli: peso complessivo non superiore a 20 chilogrammi e, per motivi legati alla conservazione, niente alimenti surgelati o congelati), presentarsi alle casse, identificarsi con la “ParadisoCard” (tessera che viene rilasciata agli sportelli della Cancelleria comunale) e con un documento personale e compilare un modulo (due informazioni in croce, niente perdite di tempo). Poi, tutto nelle mani degli addetti del singolo punto-vendita per il confezionamento e nei… garretti delle “Saette verdi” per la consegna al corrispettivo di cinque franchi. Che, sia chiaro, non è il prezzo effettivo del servizio: la differenza rispetto al costo reale viene infatti coperta in parte con risorse finanziarie del Comune ed in parte con contributo dell’azienda distributrice aderente all’iniziativa.

Per la consegna non resta che l’aspettare un minimo, dicasi nella forchetta fra 60 e 180 minuti dal momento in cui la merce è pronta per il ritiro. Il conferimento della spesa ha luogo in forma ecorispettosa ovvero con vettori a due ruote “Cargo bike” ed a propulsione umana; copertura del servizio dal lunedì al venerdì tra le ore 8.00 e le ore 17.00 (ultime consegne alle ore 19.00). Alle brevi: salvaguardato l’ambiente, salvaguardate le articolazioni…