Home REGIONI Paradiso, 80 coraggiosi alla sfida della nuotata nel Ceresio

Paradiso, 80 coraggiosi alla sfida della nuotata nel Ceresio

Sin dal momento della chiusura delle iscrizioni si sapeva che quella in programma per oggi sarebbe stata un’edizione “densa”. E la conferma è giunta puntuale: nonostante il freddo pungente e qualche colpo di vento a spazzare il Golfo di Lugano, circa 80 sono stati i coraggiosi messisi in coda sul lungolago di Paradiso per l’ormai tradizionale nuotata di santo Stefano nelle acque del Ceresio. 30 metri il percorso in bacino aperto, sotto sorveglianza discreta dei sommozzatori; niente classifiche e niente tempi, secondo lo spirito di un appuntamento cui parecchi si sono presentati con indumenti atipici, dalla maglia della squadra di hockey preferita all’abito da ufficio al cappello con il palco di corna tipico delle renne di Babbo Natale, in qualche caso proponendosi in tipico “partner look” uomo-donna; e non è mancato chi, anziché seguire la linea retta per andare dal punto “A” al punto “B”, si è voluto divertire zigzagando e dunque rimanendo in ammollo un po’ più a lungo. Obiettivo insomma centrato, come confermano gli organizzatori di “Un tuffo in… Paradiso”. Prossimo appuntamento, cela va sans dire, a sabato 26 dicembre 2020…