Home CULTURA Opere prime ed in sola prosa, sfida aperta per il “Premio Studer-Ganz”

Opere prime ed in sola prosa, sfida aperta per il “Premio Studer-Ganz”

Fissato a sabato 31 luglio il termine ultimo per l’invio dei testi (solo prosa, solo inediti, solo opere prime) a concorso nel premio letterario che i vertici della “Fondazione Studer-Ganz” offrono per la quarta volta con riferimento all’area della Svizzera di lingua italiana. Ammessi romanzi, novelle (necessariamente con filo conduttore) e romanzi (idem); tassativamente esclusa la poesia; partecipanti o con passaporto svizzero o residenti in Svizzera; niente accesso a chi abbia pubblicato “un testo letterario, in forma cartacea o digitale, sia con un editore sia a proprie spese” (e va da sé il fatto che hanno pertanto facoltà di partecipazione coloro che abbiano eventualmente pubblicato testi o libri o raccolte di poesie); testo in lingua italiana, almeno 100 pagine da massimo 1’500 caratteri per cartella, spazi compresi. Al vincitore, che riceverà comunicazione in autunno (cerimonia di premiazione da programmarsi nella prima metà del prossimo anno), andranno 2’000 franchi; altri 3’000 franchi saranno destinati ad attività di “editing” professionale; pubblicazione affidata all’editore Gabriele Capelli. Per l’invio: “e-mail” all’indirizzo info@studerganzstiftung.ch.

Articolo precedenteBellinzona, da lunedì cantiere serale-notturno in via Franco Zorzi
Articolo successivoVaccinato “completo” e… certificato. Via Sms o con timbro sul foglio