Home CRONACA Numeri al minimo, si rialza (speriamo) il Ticino postcovidiano

Numeri al minimo, si rialza (speriamo) il Ticino postcovidiano

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 11.29) Sempre sul margine di poche unità gli scostamenti nelle 24 ore per quanto riguarda la pandemia covidiana in Ticino. Nessun decesso, innanzi tutto, restando 995 quelli rilevati da marzo dello scorso anno e 37 quelli nel trimestre ultimo, coincidente a tutti gli effetti con la terza ondata del “Coronavirus”. Sette in tutto, da ieri all’alba di oggi, i nuovi contagiati, per un totale di 4’927 sui tre mesi citati e di 33’116 nel complesso; in lieve aumento, da tre a quattro, i posti-letto occupati in strutture nosocomiali, rilevandosi due ingressi in ospedale a fronte di un foglio di dimissioni firmato; zero presenze, ed è quel che conta, nei reparti di terapie intensive. Ormai indisponibili le evidenze circa il numero di persone in quarantena o in isolamento, in mera conferma sui valori di ieri, venerdì 4 giugno, lo stato dell’arte circa quota dei vaccinati (26.6 per cento), numero dei vaccinati “completi” (93’606) e numero di dosi somministrate (235’749). Nessun altro caso da quarantena nel sistema scolastico pubblico, rimanendo quindi il vincolo (sino a tutto venerdì 11 giugno, ed effettivo sino a tutta domenica 13 giugno) per una sola classe alla scuola media di Belllinzona quartiere Giubiasco. Parimenti fermo ad un solo soggetto contagiato il riscontro dal sistema delle residenze per anziani.