Home POLITICA Minusio, «sì» massiccio alle opere per la futura stazione ferroviaria

Minusio, «sì» massiccio alle opere per la futura stazione ferroviaria

48
0

Fatti salvi eventuali ricorsi al Tribunale amministrativo cantonale (ma a questo punto la probabilità è scarsa scarsissima quasi nulla), da oggi c’è il “via libera” alla valorizzazione ambientale ed all’arredo stradale in corrispondenza della nuova fermata Ffs a Minusio, zona Remorino, lungo la linea ferroviaria Locarno-Bellinzona. In tal senso, e con larga maggioranza, l’esito della consultazione referendaria giunta a compimento, valendo il “sì” quale effettiva conferma di quanto approvato in una seduta del Consiglio comunale sul finire di gennaio. I numeri: 4’832 iscritti nel catalogo elettorale, 2’724 schede espresse di cui 2’473 valide, quota di partecipazione pari al 56.37 per cento degli aventi diritto; 2’035 “sì”, 438 “no”, 222 le schede bianche, 29 le nulle. Per l’altro credito in materia, e pertinente al contributo comunale (550’000 franchi) per l’istituzione della fermata, non era prevista la referendabilità.

Previous articleLocarnese e Vco, pattuglie miste in strada contro l’immigrazione illegale
Next articleVezia, a villa Negroni un “Open day” a completo giro d’orizzonte