Home GRIGIONI ITALIANO Mesocco, un sindaco architetto per dare continuità alla “ricostruzione”

Mesocco, un sindaco architetto per dare continuità alla “ricostruzione”

96
0

Il sito “web” del suo studio di architettura in strada Néva a Mesocco, chi voglia controllare, è in “fase di costruzione”; e costruttore di futuro intende essere Mattia Ciocco, oggi quasi plebiscitato nelle urne quale sindaco cioè successore di Christian De Tann, chiamatosi fuori dopo un decennio nel ruolo. Referente primo della lista “L’alternativa”, il 37enne Mattia Ciocco – studi in Supsi ed alla “Hochschule” di Lucerna, esperienza politica maturata nel Legislativo, impegno costante quale vicepresidente del Patriziato – è stato sostenuto da 529 elettori su 684 votanti per la poltrona di sindaco, lasciandosi nettamente alle spalle sia Fausto a Marca (49) sia John Seghezzi (33); 35 le bianche, 38 le nulle; al 73.31 per cento la quota di partecipazione al voto. Rinnovamento quasi completo nella compagine municipale: passano Pascal Barella (“L’alternativa”, 485 consensi), Mercedes Albertini (“Centro”, 456), Christian Blumenthal (“L’alternativa”, 437) e Walter Jörg (“Centro”, 420); Devis a Marca il primo dei non eletti, ma a distanza siderale (206); sotto i 100 voti Claudio Fasani, Corrado Schenini, Angelo Ciocco, Diego Lombardini e Fausto a Marca; 698 i voti espressi, partecipazione al 74.81 per cento, nessuna scheda bianca, 28 le nulle. In entrambi i casi, come si può facilmente notare, la somma tra bianche e nulle non avrebbe influito sull’esito delle elezioni; allo stesso modo, evidente la concordanza elettorale predefinita tra vertici dell’“Alternativa” e vertici del “Centro”. Domenica 27 settembre l’elezione del Consiglio comunale.

Previous articleHockey Ml / Cade ancora l’Arosa, inciampa il Seewen. Thun forza emergente
Next articleOberuzwil: 67-jährige fügt 60-jährigem Stichverletzung zu