Home CRONACA Maltempo sul Mendrisiotto: A2 chiusa per due volte, paesi isolati

Maltempo sul Mendrisiotto: A2 chiusa per due volte, paesi isolati

75
0

(ULTIMO AGGIORNAMENTO E RIEPILOGO, ORE 23.23) Grandi erano i timori per il Sopraceneri centrooccidentale in lande vallerane, perché alle constatate condizioni di fragilità e di dissesto idrogeologico tra AltaMaggia, Lavizzara, Bavona e Rovana, non volendosi direttamente dire delle aree travolte da frane e fenomeni alluvionali, la pioggia in misura d’un millimetro ne vale tre delle precipitazioni d’una settimana fa, nei termini propri delle probabilità di rischio. Ed invece il maltempo, pur ripresentandosi sin da ieri mattina a nord di Ponte Brolla e con intensità di volta in volta diverse, ha colpito di più e peggio dal Basso Ceresio al Mendrisiotto, sulla fascia orizzontale e con massiccio interessamento di parte del Varesotto e del Comasco (vedasi in altra parte del “Giornale del Ticino”).

Autostrada A2 – Secondo blocco del traffico, nell’arco di tre ore e sempre a causa degli effetti del maltempo, intorno alle ore 14.30 di oggi sulla A2, dapprima dagli svincoli di Mendrisio (e, quindi, anche dall’interconnessione con la A394 da e verso Stabio zona est) all’uscita per Bissone e Campione d’Italia in direzione nord e poi anche dall’uscita per Melide agli svincoli di Mendrisio in direzione sud. Semafori rossi imposti, con flussi regolati secondo norme di rigore, causa fanghiglia andata ad invadere parte della carreggiata; rischio di slittamento di detriti, in ispecie sul lato direzione nord, al di fuori dalle casse di laminazione; possibili spagliamenti di acque meteoriche; la via è stata riaperta intorno alle ore 16.30. Una prima interruzione dei flussi veicolari era stata imposta sul mezzogiorno, identico motivo, identico tratto, problema manifestatosi in corrispondenza dell’abitato di Capolago in territorio comunale di Mendrisio. Nel senso di marcia verso la frontiera, all’ingresso di Balerna, in riversamento sulla A2 anche parte del traffico indirizzatosi sulla Cantonale sin da Lugano e/o da Melide; ciò ha comportato la formazione di colonne che insistono sul valico di Chiasso-Brogeda.

Zone urbane – Sbarramenti a Chiasso (via Maestri Comacini), a Morbio Inferiore (viale LungoBreggia), a Coldrerio (via Monte Generoso) ed a Novazzano (via Résiga); eguale genere di problemi nelle realtà comunali confinitime. Chiusa per allagamenti sui due lati la dogana di Chiasso frazione Seseglio (Ponte Faloppia); al proposito, altre indicazioni sono riportate nel servizio del GdT sul maltempo in area comasca frontaliera. Due le situazioni dalla particolare rilevanza: in territorio comunale di Breggia, lungo la Valle di Muggio, frana con interruzione del transito veicolare dalla frazione Morbio Superiore alla frazione Muggio; niente accesso nemmeno dalla frazione Casima; appena più ad ovest, frana e dispersione di detriti in significativa quantità nel territorio comunale di Castel San Pietro, frazione Campora, dove constano egualmente l’interruzione della strada sino a Castel San Pietro e l’inaccessibilità di percorsi pedestri a scavalcamento del punto di dissesto. Masse di fango si sono riversate nella Breggia (vedasi egualmente, per altri riscontri, nel servizio del GdT sulla situazione in area comasca frontaliera).

Gli interventi – Massiccio, come d’uopo, il dispiegamento di agenti e di operatori della sicurezza. All’opera elementi della Polcantonale, della Polcom Mendrisio e della Polcom Chiasso; effettivi dei Pompieri Mendrisiotto; sanitari del “Servizio autoambulanza Mendrisiotto”. In Valle di Muggio, intrervenuti gli specialisti del Servizio forestale cantonale, dell’Ufficio del geologo cantonale e dell’Ufficio dei corsi d’acqua. In campo anche uomini della Protezione civile Mendrisiotto; a disposizione anche strutture per l’accoglienza di persone che si trovino in stato di temporanea necessità. Vale, come sempre, l’invito a limitare gli spostamenti nel territorio e ad evitare di recarsi nelle zone particolarmente colpite dal maltempo, qualora ciò non risulti strettamente necessario, al fine di non ostacolare le operazioni in corso.