Home CRONACA Lugano: depredano un “packer”, messi in fuga da… “Calamity Kerry”

Lugano: depredano un “packer”, messi in fuga da… “Calamity Kerry”

Ha visto i due soggetti che stavano armeggiando su un bene materiale non di loro proprietà e li ha messi in fuga urlando, ma non prima di aver scattato una foto alla targa della loro auto e di averne rilevato i connotati sommari. In versione “detective”, stamane, Cherubina Ravasi detta Kerry già ultima sindaca di Cimadera prima dell’aggregazione a Lugano, quando si è trovata a sventare un furto in… diretta dalla finestra di casa sua: in piena luce, attorno alle ore 9.20, i tizi si erano infatti dedicati allo smontaggio di parti meccaniche di un veicolo per il movimento terra, tipo “packer”, che si trovava posteggiato sul lato estremo del parcheggio in funzione del cantiere di lavori in corso. Smontaggio e prelievo già in corso, tanto che alcuni pezzi erano ormai accatastati a baule della vettura già aperto, quando l’intervento funambolico della Kerry furente a guisa di una Aletto Eumenide – anzi, a miglior rappresentazione visiva si immagini una “Calamity Jane” dal fucile infallibile – ha scompaginato piani e strategie dei due ladri. Ergo: recupero degli attrezzi da… scasso, rapido “dietrofront” a gambe levate, bottino abbandonato sul posto, tuffo nell’abitacolo dell’auto e sgommata. Quanto alla targa, presumesi non trattarsi di prodotto autoctono, ma nulla cambierebbe: sigle e numeri, così come la descrizione dei tizi, sono ora a disposizione dell’autorità di polizia.