Home SPORT Hockey Terza lega / Gruppo 1-est: Cramo in spinta, squillo del Chiasso

Hockey Terza lega / Gruppo 1-est: Cramo in spinta, squillo del Chiasso

143
0

Non facilmente pronosticabili i due successi esterni conseguiti ieri da Cramosina e Chiasso nel turno dell’hockey di Terza lega (gruppo 1-est) che si concluderà questo pomeriggio con il confronto Nivo-ValleMaggia Rivers (a Faido). Sorprendente per dimensioni, soprattutto, l’affermazione dei rossoblù sottocenerini contro un Lodrino combattivo ma solo a tratti in grado rispondere colpo su colpo.ù

Blenio-Cramosina 2-4 – Marcia imperiale ed a punteggio pieno resta quella del Cramosina che sul ghiaccio di Biasca, avversario un Blenio poco disposto a far sconti, dura fatica ma porta a casa tre punti su ritmi sostenuti e con elevato grado di tensione, costruendo il successo sulla… resistenza a quattro inferiorità numeriche nel primo periodo e riuscendo a mettere avanti la testa nella frazione centrale con Giuseppe “Joey” Isabella dapprima marcatore (23.18, 1-0) e poi uomo-assist per Damiano Marzoli (32.00, a cinque-contro-quattro); risposta di Giacomo Grassi (33.00, collaborazione di Pietro Sartori in regìa), ma sull’apertura dell’ultimo tempo ecco una coproduzione della premiata ditta familiare Azzali, Aaron per Simone e Simone a segno (50.36, altra superiorità numerica sfruttata, 4-1). Ruben Occhi, difensore alla 10.a stagione di fila (una sola pausa dall’hockey federale nel torneo 2015-2016) con la maglia del Blenio, l’ultimo ad arrendersi (54.27, da Stefano Paris l’imbeccata). Notevole la sfida a distanza tra Igor Lucchinetti e Paolo Calanca a difesa delle gabbie; doverosa menzione, ai fini statistici, per i due assist di Benny-Ben Beneventi, ormai prossimo al traguardo dei 200 punti in Terza lega.

Lodrino-Chiasso 3-10 – Tempesta nell’avvio (0.29, Filippo Marchesi, 1-0; 1.30, Mattia D’Agostino, 1-1; 2.35, Andrea Gaeta, 1-2), maggior equilibrio nel resto della prima frazione (10.38, Jarno Bionda, 2-2; 17.42, Mattia D’Agostino, 2-3), indi fuga degli ospiti in una partita dai discreti contenuti tecnici e che, pur dandoci un’immagine non veritiera circa la consistenza del Lodrino (ultimo posto a quota zero? Suvvia, i ragazzi di Manuel Saglini meritano e sanno fare di meglio…), ha anche espresso la volontà del Chiasso di misurarsi per una risalita in Seconda lega, categoria abbandonata appena qualche mese fa. Poderoso lo strappo (21.35, Davide Summerer, 2-4; 23.58, David Raguso a cinque-contro-tre, 2-5; 29.44, Luca D’Agostino, 2-6; 31.36, David Raguso, 2-7) prima di una reazione siglata da Matteo Forni in superiorità numerica (37.04) e di tre altre firme dei chiassesi con Nicolò Galeone (38.24), Luca D’Agostino (46.00) e Mattia D’Agostino (uomo del giorno, tre goal ed un assist, al 59.17 l’ultimo segno).

La classifica – Cramosina 9 punti; Chiasso 6; ValleVerzasca Rivers, Nivo, Blenio, ValleMaggia Rivers 3; Lodrino 0 (ValleVerzasca Rivers due partite in meno; Nivo una partita in meno).

Previous articleHockey Nl / Lugano, tracce di risveglio. Ambrì, un punto e mille sospetti
Next articleHockey Quarta lega / Gruppo 1-est, gran battaglia ma il Locarno soccombe