Home SPORT Hockey Terza lega / Gruppo 1-est, agli Ascona Rivers il “big match”

Hockey Terza lega / Gruppo 1-est, agli Ascona Rivers il “big match”

La prima sconfitta stagionale del Cramosina, al cospetto degli Ascona Rivers in arrivo dalla battuta d’arresto di due settimane or sono contro i confratelli targati ValleVerzasca Rivers, è giunta stasera a rimescolare il quadro generale nel gruppo 1-est dell’hockey di Terza lega, dove cinque squadre si trovano ora compattate nello spazio di tre lunghezze. Tanti i goal nel turno, notevoli anche i colpi di scena in corso d’incontro.

Blenio-Lodrino 7-6 – Emozioni a raffica e decisivo sorpasso a meno di quattro minuti dall’ultima sirena in confronto esaltante dall’una e dall’altra parte; formidabile infatti la prestazione degli ospiti guidati da Manuel Saglini alla transenna e che, come spesso accade, dovranno in ultimo recriminare sulle minuzie che spostano l’esito di un incontro. Tabellone sullo 0-1 (8.05, Andrea Pellandini) e poi sull’1-3 (21.22, Kilian Buletti; 30.54, Matteo Forni a cinque-contro-quattro; nel mezzo il timbro del veterano Alain Demuth, 19.40); di Pietro Sartori il 2-3 (32.36), replica di Miro Ceresa (37.26), garretti e polmoni spesi a tutto ghiaccio ed il vento gira d’improvviso sino al 5-4 (tre goal in 109 secondi: 37.52, Alain Demuth; 38.51, Daniele Lachelin; 39.41, Jodi Solari). Sembra l’indizio di una supremazia ritrovata, ed invece il Lodrino ha ancora energie: 5-5 di Amos Zanardi (45.48), 5-6 dell’inossidabile Miro Ceresa (48.44); serviranno di nuovo i contributi di Pietro Sartori (53.31) e di Samuele Celio (56.10) per un successo che rilancia il Blenio al centro della graduatoria.

ValleMaggia Rivers-ValleVerzasca Rivers 2-4 – ValleVerzasca Rivers vincitori nel duello con i cugini stretti di cui condividono spirito alpino ed organizzazione, al secolo i ValleMaggia Rivers: sulla pista di Lavizzara frazione Prato-Sornico l’immediata fuga sino al 2-0 (3.22, Pablo De Gottardi; 18.15, Fabiano Locatelli) ed un faticoso rientro dei padroni di casa sul 2-2 (21.31, Elia Nicora a cinque-contro-quattro; 37.01, Aaron Bettazza); a parte i soliti corollari da panca-puniti, null’altro sino a metà del penultimo giro di lancette, quando Amos Rossetto indovina uno spiraglio fra il braccio di Alan Mignami ed i legni (58.32); generoso assalto dei valmaggesi, ma la fortuna gira dall’altra parte e Pablo De Gottardi firma il sigillo sul 4-2 (59.46).

Ascona Rivers-Cramosina 11-5 – Senza timori due tra le contendenti dal maggior tasso tecnico nel raggruppamento, pur con esito che sarà impietoso per gli uomini diretti da Massimo Solari in balaustra. Partenza lanciata dei verbanesi: rigore causato da Giuseppe “Joey” Isabella e convertito da Fabiano Adami (3.29), altro rigore stavolta originato da Thomas Cavargna e messo in gabbia da Elia Gayer (11.20), 3-0 di Fabiano Adami (15.02) con l’assist di Corrado Knecht. Giro di riordino delle file ospiti da parte di Massimo Solari in trasenna e squilli di riscossa con Giuseppe “Joey” Isabella (15.39, 3-1; 19.27, 3-2); in coincidenza con la seconda rete, penalità di lunga durata a Claudio Isabella; 20 secondi più tardi, 4-2 degli asconesi grazie a Samuele Micotti. Ancora tanti bei nomi da spendersi per il tabellino, ed all’appello rispondono Corrado Knecht di bel nuovo (28.46) per il 5-2 e l’immancabile Damiano Piccoli (30.43) per il 5-3; prima dell’ultima pausa il 6-3 di Nicolas Kocherhans. Avvicendamento sull’estremo degli asconesi, Pierre Tomamichel rileva Aaron Terzi per i 20 minuti finali; Elia Gayer si sgancia per lo “shorthanded” del 7-3 (41.09), Ascona Rivers a ranghi quasi mai completi per penalità ma è di nuovo Corrado Knecht a fare pentole e coperchi con una doppietta… supplementare (49.00 e 51.05, qui a cinque-contro-quattro); di nuovo a superiorità numerica (Anthony Cicchino penalizzato nel momento stesso del rientro da una panca-puniti, 51.05) il 10-3 siglato da Mattia Nicora; alla baionetta Filippo Cairoli per il 10-4 (53.40), colpisce anche Anthony Cicchino (55.58) e siamo al 10-5. A 28 secondi dall’ultima sirena l’11-5 di Devin Lorenzetti su suggerimento di Elia Zoppi.

La classifica – Nivo 12 punti; Ascona Rivers, Cramosina 11; ValleVerzasca Rivers 10; Blenio 9; ValleMaggia Rivers 7; Lodrino, Locarno 0 (Blenio sei partite disputate; Nivo, Ascona Rivers, Cramosina, ValleVerzasca Rivers, ValleMaggia Rivers, Locarno cinque; Lodrino quattro).

Articolo precedenteHockey Nl / Lugano dilagante a Losanna. Ambrì inceppato e sconfitto
Articolo successivoHockey Wld / Sciaffusa tennistico, il Rappi resta stordito (e a zero)