Home SPORT Hockey Nl / Stagione regolare, ultimo atto: Ambrì alla baionetta

Hockey Nl / Stagione regolare, ultimo atto: Ambrì alla baionetta

0

Il “pàthos” non manca, alla vigilia dell’odierno ultimo turno nella stagione regolare dell’hockey di massima serie, per la quantità di combinazioni ancora possibili sull’accesso diretto al “play-off”, sul transito intermedio via pre-“play-off” ed ovviamente – ovviamente si dice qui, stante l’attenzione da rivolgersi alle sorti dell’AmbrìPiotta – sullo scarto tra fine della corsa e qualificazione al citato pre-“play-off”. Occhi sulla pista preferita e sulla schermata dei punteggi nelle altre partite, dunque, in una resa dei conti quasi collettiva: certe del proprio destino a misura di riscontro aritmetico, dopo 52 giornate non complete (per le note questioni igienico-sanitarie, alcuni incontri vennero stralciati cioè considerati non recuperabili: tesi oltremodo oppugnabile) sono solo tre squadre su 13, vale a dire Lugano (nono, non raggiungibile da dietro e non in grado di agganciare una posizione superiore), Scl Tigers (penultimi; vale il discorso formulato circa il Lugano) ed Ajoie (ultimo; stesso ragionamento). Ma poi? Poi è tutt’un intreccio di calcoli e di possibilità e di opzioni e magari anche di scelte: c’è chi stasera potrebbe persino decidere di non impegnarsi, e di perdere, pur di evitare l’incrocio con uno specifico avversario nei quarti di finale del “play-off”.

Fra le questioni di maggior interesse, il primato: Zugo davanti, ma in media per partita il FriborgoGottéron si trova a soli 0.023 punti. Poi, terzo e quarto posto: RapperswilJona Lakers e Zsc Lions sono semplicemente appaiati con media per partita pari ad 1.843 punti. Idem dicasi, sulla linea tra sesto posto (che vale il “play-off” in via diretta) e settimo posto (che indirizza invece sulla strada del pre-“play-off”), per quanto concerne BielBienne e Losanna, media 1.680 punti per entrambi, con possibile ribaltamento sul Davos (quinto, ma alla media di 1.700 punti per partita; chiaro rischio di defenestrazione) e con pari incognita dalle retrovie (il ServetteGinevra è a quota 1.667 punti per incontro ed a Langnau dovrebbe raccogliere punti relativamente facili).

Ultimo caso clamoroso, l’inseguimento dell’AmbrìPiotta al Berna: pari numero di partite (51) agli archivi, 65 punti per gli “Orsi” e quindi media-partita pari ad 1.275 punti, 63 punti per i leventinesi e quindi media-partita pari ad 1.235 punti; l’unica strada certa per il sorpasso è data da una vittoria dei biancoblù entro i regolamentari (sarebbe la sesta di fila) nell’impegno casalingo con i RapperswilJona Lakers e da una sconfitta interna del Berna entro i regolamentari, avversario il Losanna. Non facile, non probabile, non tutto quel che si vuole; per di più, a Luca Cereda allenatore mancherà gran parte della pattuglia degli stranieri, essendo nel frattempo stato respinto il ricorso contro la squalifica a Brandon McMillan. Intorno alla squadra, tuttavia, c’è un clima di fiducia – condito, è vero, dal timore di favoritismi pro Berna – che non si sentiva da gran tempo. Il programma: AmbrìPiotta-RapperswilJona Lakers, Berna-Losanna, BielBienne-Lugano, Davos-FriborgoGottéron, Scl Tigers-ServetteGinevra, Zugo-Zsc Lions.

Previous articleTraffico di droga, 59enne fermato a Bioggio. Coca sotto sequestro
Next articleBussigny (Kanton Waadt): Vermisst wird die 19-jährige Lilou