Home SPORT Hockey Nl / Serata da ansia: in Leventina la capolista, Lugano a...

Hockey Nl / Serata da ansia: in Leventina la capolista, Lugano a Davos

105
0

Massima divisione dell’hockey nazionale oggi all’appello per il turno invero inauguratosi iersera con la vittoria (3-2) degli Zsc Lions sullo Zugo e nel quale sono ricomprese e raccolte partite di cinque diverse giornate (2.a, 11.a, 21.a, 23.a e 42.a). Fuori dalle competenze delle ticinesi, riflettori su Scl Tigers-FriborgoGottéron (oggi) e Zsc Lions-Kloten (domani), con gran movimento possibile a cavallo tra lato sinistro e lato destro della graduatoria mentre non si avranno scostamenti per quanto riguarda le prime quattro posizioni; idem dicasi sulla coda, restando Ajoie e Losanna al palo.

Ed eccoci ai nostri ungulati. Dalle parti di Quinto, AmbrìPiotta (“record” 19 vinte e 20 perse) contro il ServetteGinevra capolista (“record” 26 vinte contro 13 perse); infermeria biancoblù versione pensilina del bus quando sta diluviando (Brandon McMillan da valutarsi ma dolorante, Diego Kostner in lungodegenza, Michael Spacek dichiarato stamane nella lista degli assenti a causa della recente contusione rimediata alla gamba destra ed è già andata di lusso così); al limite della disperazione la chiamata di Thomas Rüfenacht in prova per una settimana e con potenziale contratto sino a fine stagione (per carità, qui a bottega si è sempre pronti ad elogiare un veterano, tanto di più con il “palmarès” – tre titoli svizzeri e due edizioni della Coppa Svizzera, 841 partite fra Lna e Lnb, 300 punti da una parte e 222 dall’altra – dello svizzeroamericano di Meggen; ma stiamo parlando di un agonista che, in ragione degli acciacchi, è sceso in pista sole 18 volte negli ultimi due anni. Se si tratta di un’attestazione di riconoscenza cioè di un premio alla carriera, okay; altro, anche no).

Sul ghiaccio del Davos (“record” 20 vinte e 17 perse) approda il Lugano (“record” 17 vinte e 21 perse): si tratta di spendere nel migliore dei modi il “bonus” statistico riscontrabile nella media-punti – tre delle quattro avversarie dirette fra il 10.o ed il 14.o posto sono scese in pista almeno una volta in più rispetto ai bianconeri – ed evitando di farsi schiacciare dalla nuova impronta che i grigionesi hanno acquisito dopo il recente cambio di timoniere.

La classifica – ServetteGinevra 80 punti; BielBienne 75; RapperswilJona Lakers 70; Zsc Lions 66; FriborgoGottéron 62; Davos 62; Kloten, Berna 59; Zugo 57; AmbrìPiotta 50; Lugano 49; Scl Tigers 46; Losanna 45; Ajoie 36 (Ajoie 41 partite disputate; BielBienne, Berna 40; ServetteGinevra, RapperswilJona Lakers, Zsc Lions, Kloten, AmbrìPiotta, Losanna 39; FriborgoGottéron, Zugo, Lugano, Scl Tigers 38; Davos 37).

Previous article“Swiss market index” da pari e patta, poca gioia anche a New York
Next articleRapina e furti nelle farmacie dell’Ossola, identificato il terzo della banda