Home SPORT Hockey Nl / Ambrì, ritorno al ghiaccio e alla realtà: giro a...

Hockey Nl / Ambrì, ritorno al ghiaccio e alla realtà: giro a Ginevra, punti zero

Non male per 20 minuti, avendo a quel punto tre punti in tasca, l’AmbrìPiotta pagò stasera a Ginevra quanto si può pagare per una sosta forzata da quattro settimane meno un giorno; e cioè perdendo, di misura ma perdendo, a maggior compromissione del già compromesso terz’ultimo posto nell’hockey di massima serie. E questo è il peso di cui s’ha da farsi carico in una situazione da paradosso, ché la continua procrastinazione di interi blocchi di incontri a causa della pandemia comporterà in ogni caso uno squilibrio nella rappresentazione dei valori, squilibrio a solo danno dei leventinesi tra le squadre di retrovia; nel senso che il riaggancio degli uomini di Luca Cereda al treno del “play-off”, quale che sia la strada, è condizionato da uno stato dell’arte in cui viene a mancare la quintessenza stessa della preparazione alla partita perché un avversario non vale l’altro, toh. Morale: perdi, ti brucia, e nemmeno puoi dirti che domani si ricomincia con spirito nuovo dal momento che, per prima cosa, il domani potrebbe essere fra un mese.

Dalla cronaca tutto chiaro: romandi avanti con Richard Tanner, al primo goal in questa stagione (0.49); veemente reazione di marca biancoblù, dapprima con un “power-play” convertito da André Heim (3.59) su assist di Michael Fora e di Inti Pestoni, poi con la firma dello stesso Inti Pestoni (6.10), indi con una soluzione individuale di Isacco Dotti (13.23); gelati i padroni di casa, che infatti impiegheranno 20 minuti effettivi e briciole per tornare ad un timbro fortunoso sul tabellino, 34.28, Daniel Winnik ispirato da Hannes Tömmernes al 30.o assist personale. Al 30.o assist faranno séguito il 31.o ed il 32.o, il primo a favore di Josh Jooris per il 3-3 (36.34), il secondo con beneficio di Tyler Moy (52.54). Ambrì ribaltato, Ambrì pronto a provarci, gli ultimi 42 secondi a sei-contro-quattro non produrranno utilità.

La classifica – FriborgoGottéron 71 punti; RapperswilJona Lakers 67; Zugo 63; Davos 62; BielBienne 61; Zsc Lions 58; Lugano 51; Berna 45; ServetteGinevra 44; Losanna 43; AmbrìPiotta 39; Scl Tigers 32; Ajoie 18 (RapperswilJona Lakers, Scl Tigers 35 partite disputate; FriborgoGottéron, Davos, BielBienne, Zsc Lions, Lugano, AmbrìPiotta, Ajoie 34; Zugo, Berna, ServetteGinevra, Losanna 32).

Articolo precedenteBns: utile da mezzo miliardo di franchi ogni settimana, quota di riparto ai massimi
Articolo successivoAffonda nella melma del lago svuotato: escursionista messo in salvo