Home CONFINE “GialloCeresio”, la sfida. Se avete coraggio, mettetevi all’opera

“GialloCeresio”, la sfida. Se avete coraggio, mettetevi all’opera

Investimento dall’alto profilo – lo si può anche dire: da imitarsi, perché potenziale specchio di realtà culturalmente osmotiche – quello emerso dall’odierno lancio del concorso letterario “GialloCeresio”, seconda edizione: sulla scorta del riscontro ottenuto nel 2019, con l’adesione di oltre 200 autori con altrettante opere da Italia, Svizzera e Francia soprattutto, agli organizzatori è parso utile ed interessante il valorizzare una proposta specifica, quella degli inediti, i cui migliori testi (finalisti e vincitori dei premi speciali) saranno pubblicati in antologia. Di più, per gli editi viene costituita una “pre-giuria” di lettori secondo indicazione da altri lettori (svizzeri ed italiani), vertici dei sistemi bibliotecari e responsabili degli enti organizzatori. Duplice l’obiettivo dell’evento: da un lato, valorizzare produzioni letterarie in cui autori affermati si mettono in lizza con aspiranti all’ingresso nel mondo della cultura; dall’altro, evidenziare peculiarità, storie, esperienze, memorie e scenari possibili legati al Ceresio, e ciò per tramite di romanzi e racconti gialli, “noir”, “thriller” e polizieschi.

Due le sezioni primarie: su un fronte, opere edite fra il 1.o gennaio 2018 ed il 30 aprile 2020, e provviste di Isbn, che non siano state presentate alla precedente edizione di “GialloCeresio”; sull’altro, racconti inediti (ovvero mai pubblicati né su carta né via “web”) ambientati in località lacustri esistenti ed identificabili, con il solo limite della lunghezza (fra i 16’000 ed i 20’000 caratteri). Il termine di consegna delle opere è fissato a mezzogiorno di domenica 10 maggio; la premiazione avrà luogo domenica 13 settembre, alle ore 16.00, a Porto Ceresio (Varese). Fra gli intervenuti alla presentazione del concorso: Jenny Santi (sindaca di Porto Ceresio), Alessandro De Bortoli (assessore alla Cultura del Comune di Porto Ceresio), Sergio Roic (giornalista e scrittore) e Carla De Albertis (presidente del “Comitato premio Claudio De Albertis). Proprio a quest’ultima l’onore di illustrare i connotati della sezione speciale denominata “Premio giovani autori” (“Under 35”): due i riconoscimenti, uno per opere edite ed uno per opere inedite, 1’000 e 300 euro i rispettivi valori dei premi. Al vincitore nella sezione “Romanzi editi” andranno 1’500 euro (700 al secondo, 500 al terzo); 500, 250 e 150 euro, invece, ai primi tre classificati fra i “Racconti inediti”, più premio speciale di 200 euro al miglior racconto ambientato a Porto Ceresio.