Home CRONACA Filo di nota / Dal “Flugzeug” al “Flugzug”: presa in giro servita

Filo di nota / Dal “Flugzeug” al “Flugzug”: presa in giro servita

Dalla metà di ottobre in poi, secondo odierno annuncio di fonte “Swiss”, disponibile un collegamento su rotaia denominato “Flugzug” (“Aerotreno”, volendosi trovare una traduzione di comodo) in copertura da Lugano a Zurigo. In sostanza, questa dovrebbe essere la formula offerta dalla compagnia aerea come compensazione per l’abolizione dei collegamenti aerei Lugano-Zurigo-Lugano dallo e per lo scalo di Lugano-Agno, dopo rinuncia – dall’oggi al domani, sulla crisi e sul fallimento della “Adria airways” cui era stato deputato il servizio – alla concessione federale. Mossa furbesca, tesa anche ad aggirare ogni possibile azione legale (dovrebbe giungerne una dalla “Lasa”, società di gestione dell’aeroporto ticinese) ed ogni rivendicazione da parte degli utenti. Un bel trucco, non c’è che dire, mentre Lugano-Agno muore di inedia.