Home CRONACA Elezioni, candidato denuncia: «Sfondati i vetri della mia auto»

Elezioni, candidato denuncia: «Sfondati i vetri della mia auto»

I baffi disegnati sulla faccia che spunta da un cartellone elettorale, vabbè, saranno non commendevoli ma fanno parte della goliardata. Molto oltre la linea dell’accettabile, e con un nemmeno troppo velato sentore di minaccia, l’episodio occorso – si suppone – nel cuore della notte in zona di Chiasso, dove la “Audi” di proprietà di Stefano Tonini, candidato al Gran Consiglio in quota Lega dei Ticinesi, è stata bersaglio di un atto vandalistico: sassi o pietre o mazze tipo baseball, si presume sulla scorta delle prime evidenze, gli strumenti utilizzati; sfondato e frantumato il lunotto posteriore della vettura, che era facilmente individuabile per il suo utilizzo come auto-“sandwich” pubblicitario; danni computabili nell’ordine di qualche migliaio di franchi. Pacata la reazione dell’interessato: “Dispiace il vedere che (qualcuno) preferisce un “confronto” con questi metodi anziché con i temi”.