Home POLITICA E prima della superconferenza, in Ticino l’intero Consiglio federale

E prima della superconferenza, in Ticino l’intero Consiglio federale

16
0

Si profila torrido, sul piano delle presenze istituzionali ragguardevoli, l’inizio del secondo semestre 2022 in Ticino: oltre all’ormai nota conferenza formalmente puntata sul tema della futuribile ricostruzione dell’Ucraina, e si parla dunque di lunedì 4 e di martedì 5 luglio con tutto il necessario prologo, con straordinaria sensibilità volle Ignazio Cassis presidente del Gremio superno (alias Consiglio federale) far calare sé medesimo ed i colleghi su suolo cantonale nella giornata di venerdì 1.o luglio, cogliendosi l’opportunità per svolgere quivi la tradizionale gita del precitato Consesso massimo. Punto focale sarà Mendrisio, dove non ben si sa come gli onorevoli consiglieri federali giungeranno essendo nota la carenza di soste dei vettori ferrati in quella stazione; cert’è il momento pubblico in quel del parco di Villa Argentina, tra le ore 12.00 e le ore 13.00, con il da taluni auspicato ma fors’anche non auspicabilissimo bagno di folla giacché a tale incontro è invitata l’intiera popolazione ticinese, cui peraltro sarà offerto un aperitivo a base di prodotti regionali, una volta ultimata la parte ufficiale dell’incontro. Annunciati anche messaggi in vivo ed in voce da parte di Samuele Cavadini (sindaco di Mendrisio) e di Claudio Zali (consigliere di Stato). In caso di maltempo, breve trasferta per tutti al “Mercato coperto”.

Previous articleBundesrat zaudert: Klima- und Biodiversitätsherausforderungen in der Landwirtschaft bleiben ungelöst
Next articleSchianto a due passi dal valico di Zenna: 15enne ticinese in gravi condizioni