Home CRONACA Covid-19 nelle scuole, quarantene raddoppiate in cinque giorni

Covid-19 nelle scuole, quarantene raddoppiate in cinque giorni

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 11.10) Erano 11 ancora mercoledì scorso, 14 il giorno dopo e 16 alla data di venerdì, tuttavia con cinque casi in dissoluzione alla mezzanotte ed altri tre destinati ad esaurirsi il giorno dopo, e dunque otto sarebbero dovuti risultare stamane. Per una sede, nel passaggio “cieco” del fine-settimana durante il quale non vengono forniti aggiornamenti, il provvedimento è stato prorogato sino a tutt’oggi; ma è il meno, risultando non in discesa ma in nuova espansione l’entità delle quarantene imposte a frammenti del sistema scolastico causa “Coronavirus”, in palese effrazione di una protezione che era stata garantita e che sarebbe stata da esercitarsi – lo dimostrano i fatti – con strumenti preventivi diversi. 14 sono infatti gli ingressi nell’elenco ufficiale messo in disponibilità dai vertici del Dipartimento cantonale educazione-cultura-sport, per un nuovo totale di 23 classi blindate; per dovere di cronaca, rilevasi che in alcune circostanze la comunicazione della positività di alcuni allievi risale addirittura a martedì della scorsa settimana, tuttavia senza trascrizione immediata (cioè tempestiva) nelle liste pubblicate a cura dell’autorità preposta.

In riepilogo, queste le situazioni pregresse (con un rientro e con alcune modifiche sulla durata della quarantena): Airolo, scuola elementare, una sezione (sino ad oggi, lunedì 22 novembre, caso già noto ed in prolungamento da venerdì 19 novembre); Biasca, scuola elementare, una sezione (sino a domani, martedì 23 novembre, caso già noto); Bioggio, scuola dell’infanzia, una sezione (sino a venerdì 26 novembre, caso già noto ed in prolungamento da giovedì 25 novembre); Rovio, scuola dell’infanzia, una sezione (sino a venerdì 26 novembre, caso già noto); Mendrisio quartiere Genestrerio, scuola dell’infanzia, una sezione (sino a venerdì 26 novembre, caso già noto); Mendrisio, scuola elementare, una sezione (sino a domenica 28 novembre, caso già noto ed in prolungamento da venerdì 26 novembre); Bedano, scuola dell’infanzia, una sezione (sino a sabato 27 novembre, caso già noto); Lugano quartiere Davesco-Soragno, scuola elementare, due sezioni (sino a venerdì 26 novembre, casi già noti ed in anticipazione rispetto alla precedente scadenza fissata a sabato 27 novembre).

I nuovi casi: Giornico, scuola elementare, una sezione (sino a giovedì 25 novembre, nuovo caso); Personico, scuola elementare, una sezione (sino a venerdì 26 novembre, nuovo caso); Bioggio, scuola dell’infanzia, due sezioni (una sino a venerdì 26 novembre, nuovo caso, ed una sino a lunedì 29 novembre, nuovo caso); Lumino, scuola dell’infanzia, una sezione (sino a venerdì 26 novembre, nuovo caso); Bellinzona zona Palasio, scuola dell’infanzia, due sezioni (una sino a sabato 27 novembre, nuovo caso, ed una sino a domenica 28 novembre, nuovo caso); Monteceneri frazione Bironico, scuole elementari, una sezione (sino a domenica 28 novembre, nuovo caso); Camorino, scuola elementare, due sezioni (sino a domenica 28 novembre, nuovi casi); Mendrisio, scuola elementare, una sezione (sino a domenica 28 novembre, nuovo caso); Bioggio, scuola elementare, una sezione (sino a lunedì 29 novembre, nuovo caso); Lugano quartiere Viganello, scuola media, una sezione (sino a lunedì 29 novembre, nuovo caso); Massagno, scuola media, una sezione (sino a lunedì 29 novembre, nuovo caso).

Articolo precedenteHockey Terza lega / Gruppo 2-est, al Poschiavo il “derby” italofono
Articolo successivo“Coronavirus” in Ticino, sempre alti i nuovi contagi. 40 i ricoverati