Home CRONACA Covid-19, la stiamo portando a casa: soli quattro contagi in tre giorni

Covid-19, la stiamo portando a casa: soli quattro contagi in tre giorni

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 17.06) Mentre il mondo cade a pezzi, almeno a rigor di fresche e non confortanti indicazioni sul ventaglio dalla Spagna alla Romania, il Ticino pare avviarsi a conquistare un titolo: primo – Lombardia a parte – ad entrare nella fase acuta da Covid-19, primo (forse, speriamo; ci crediamo) ad uscirne con l’estinzione del contagio. Che debellato non è, ancora, eppure allo zero effettivo si avvicina: quattro soltanto i casi da venerdì all’alba di oggi, media 1.33 soggetti il giorno, per un totale di 3’453 da quel martedì 25 febbraio in cui irruppe sulla scena la prima conferma; e si resta in linea con il modello statistico formulato su queste pagine in avvio di pandemia, stimandosi al tempo – sull’onda primaria, e facendosi scongiuri affinché ci sia risparmiata la seconda – un contagio ogni 100 residenti ed un decesso ogni 1’000; dato anche quest’ultimo drammaticamente congruo, 350 le vittime restano sin da venerdì 12 giugno, fra 48 ore saremmo ed anzi di sicuro saremo a due mesi senza altri lutti. In ultimo, i ricoveri: una persona soltanto (forza, siamo con te) è ancora registrata nel sistema nosocomiale ticinese, normale degente, né intubata né in terapia intensiva; i dimessi, pertanto, sono saliti a quota 924, circa un quinto sul totale di coloro che sono risultati infetti.