Home CRONACA Contagi covidiani, ascesa lineare in Ticino. Preoccupano le cure intense

Contagi covidiani, ascesa lineare in Ticino. Preoccupano le cure intense

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 10.30) 20 pazienti ricoverati, e di loro ben nove in reparti di terapie intensive, costituiscono il drammatico punto interrogativo nel transito da ieri all’alba di oggi, in Ticino, sul fronte della lotta al “Coronavirus”: si tratta di numeri non esorbitanti ma tali da destare allarme, in ispecie per quanto concerne le cure intense, anche alla luce dei due decessi registrati tra l’altr’ieri e ieri (1’001 dal marzo 2020). Dallo scarso conto l’incremento nel numero dei nuovi positivi, 33 in 24 ore, dato appena superiore a quello archiviato nel passaggio da lunedì a ieri; nel contesto della sola quarta ondata i contagiati risultano essere 1’961, e di 35’742 casi dall’inizio della pandemia. Scende a 12 il numero dei positivi all’interno del sistema delle residenze per anziani, due (su 68) quelle in cui il “Coronavirus” ha fatto rientro negli ultimi giorni dopo lungo periodo di sicurezza garantita. Ferma al 57.0 per cento, su un totale di 200’345 persone trattate con doppia dose, la copertura vaccinale completa; considerandosi valida (cifre aggiornate a ieri, martedì 14 settembre) la cifra di 428’417 dosi somministrate in totale, 27’727 risultano essere le persone in lista di attesa per la somministrazione della seconda dose; una volta effettuata tale seconda somministrazione, la quota effettiva dei vaccinati completi salirà al 64.9 per cento degli aventi diritto.

Articolo precedenteSoazza, fuoristrada e rientro con caduta: ciclista ticinese in ospedale
Articolo successivoBregaglia, morti due alpinisti italiani nell’ascesa al Piz Badile