Home CONFINE Como, si portano l’“aiutino” all’esame per la patente: beccati

Como, si portano l’“aiutino” all’esame per la patente: beccati

Dotazione di prammatica per attivare l’imbroglio: connessione “wi-fi” tipo saponetta, telecamerina “ad occhio” ed in tal caso ne basta una dalle dimensioni ridotte purché appuntabile alla maglietta o alla camicia, cellulare. Tale era il “kit”, presumibilmente acquistato dalle medesime persone che avrebbero poi fornito la “consulenza” dall’esterno, di cui tre soggetti hanno cercato di far uso durante l’ultima sessione di esami per la patente automobilistica alla sede della “Motorizzazione civile” in Como; trucco non sfuggito ai componenti la commissione di esame, anche per la goffaggine di almeno uno tra i candidati nel cercare di dialogare con il tizio deputato a fornire le risposte. Sull’arrivo di agenti della Polstrada Como, controllino e tac tac tac tre esami interrotti con apertura di “dossier” di inchiesta per truffa; nei guai un 46enne con passaporto del Ghana ed abitante a Cantù (Como), un 28enne con passaporto della Nigeria ed abitante a Sorisole (Bergamo), un 36enne con passaporto della Nigeria ed abitante ad Alzano Lombardo (Bergamo). Il materiale è stato sottoposto a sequestro; in corso le indagini finalizzate all’individuazione dei “datori di servizio” ed allo stroncamento del fenomeno. Quanto alle licenze di guida, per qualche tempo i due nigeriani ed il ghanese possono scordarsi persino di provare a mettere piede in sede di esame.

Articolo precedenteScandalo di palazzo (con timbro luganese) al “Grande fratello vip”
Articolo successivo“Swiss market index”, il rilancio si spegne. E New York fa corsa da gambero