Home POLITICA Colpo di stiletto / Marco Romano, o del sacro furore di Achille...

Colpo di stiletto / Marco Romano, o del sacro furore di Achille in campo

54
0

Chiamatosi mesi addietro fuori dagli impegni del Consiglio nazionale dopo 12 anni di presenza a Berna, Marco Romano neocentrista “giap” aveva dato ancora la disponibilità per un atto di militanza, pronto cioè ad indossare la maglia rossocrociata in un ultimo torneo di calcio tra parlamentari. Gli è che oggi a Berna, nel quadrangolare (il 51.o in ordine di tempo) in cui oltre alla Svizzera partecipano Austria, Germania e Finlandia, l’ex-deputato “momò” è andato un po’ per le spicce nel confronto con i tedeschi: dopo aver subito un contatto oltremodo rude e decisamente incongruo rispetto alle dinamiche proprie del torneo, reazione contenuta (fonti di stampa locale hanno riferito di mani in faccia e compagnia cantante) ma pur sempre reazione, dal che il cartellino rosso. In realtà, pare che l’avversario avesse indirizzato a Marco Romano un epiteto in tedesco duro, pensando di farla franca cioè immaginando che il destinatario non avrebbe capito; ed invece Marco Romano, a parte gli studi a Berna e per l’appunto la frequentazione della Camera bassa, è in effetti un… madrelingua per via delle origini di mamma Elke. E se qualcuno gli tocca la mamma, svizzero o germanico o bantù che sia, Marco Romano diventa una iena…