Home CRONACA Chiasso, stroncato traffico di coadiuvanti sessuali. Due persone nei guai

Chiasso, stroncato traffico di coadiuvanti sessuali. Due persone nei guai

0

Nella vulgata sta al “Viagra” come Paperoga sta a Gastone e pare sia considerato come un cugino povero del “Cialis” e del “Levitra”; a giudicarsi sulla base dei prezzi circolanti, si direbbe, è roba da povertà in “suite” dell’albergo a cinque stelle e del resto non si può poi sparare a zero di principio ché quanto promesso risulta essere mantenuto, denominazione differente a parte. Ma ‘sto “Kamagra” coadiuvante per il miglioramento della potenza sessuale maschile, e cioè farmaco che pare godere di una certa qual popolarità soprattutto nell’Est europeo e non a caso in Ungheria si trova una superpiattaforma funzionale alla vendita del “Kamagra original” per corrispondenza, resta doverosamente sottoposto ad alcune norme, sicché un’introduzione in modalità di omessa dichiarazione bussa maluccio soprattutto dalle parti della Legge federale sui medicamenti e sui dispositivi medici, non volendosi primariamente fare i venali – ma bisogna esserlo – a proposito dell’evasione dell’Iva. Cosa che ben sapevano il “lui” e la “lei” di una coppia beccata giusto una settimana fa, vale a dire giovedì 5 maggio intorno alle ore 5.28, al transito sul valico autostradale di Chiasso in ingresso dall’Italia: agli operatori dell’Ufficio federale dogana-sicurezza confini, dopo minimo controllo eseguito sul veicolo, non potevano sfuggire le 50 scatole di “Kamagra” che erano state occultate in una confezione per biscotti e nella custodia del triangolo per le emergenze.

Provenienza della merce, in linea di massima, la Serbia: serbo con residenza in Svizzera è infatti il 28enne che si trovava al volante dell’auto, dalla Serbia la coppia stava rientrando dopo un periodo di vacanze. Nei guai, ovviamente, anche la 34enne cittadina svizzera che viaggiava con il 28enne e che di lui risulta essere coniuge. A margine: dai primi accertamenti è emerso che già nel corso del 2021 erano state effettuate varie altre importazioni di “Kamagra”, per quanto in quantità inferiori. Insomma, storia che potrebbe ingrossarsi, questa.

Previous articleRiviera, sino a fine settembre un cantiere stradale in frazione Iragna
Next articleCalcio Dna / Salvezza via “barrage”, adesso è un gioco a tre mani