Home CRONACA Case per anziani, risale il numero delle strutture “contagiate”

Case per anziani, risale il numero delle strutture “contagiate”

Nel giorno in cui un invocatissimo zero si iscrive nella casella dei decessi sulle 24 ore, e pertanto si sta parlando del passaggio da ieri all’alba di oggi, non cessano di preoccupare i dati che in materia di Covid-19 giungono dal sistema delle residenze per anziani in Ticino: 15 i nuovi casi, cifra tra l’altro superiore a quella (11 unità) dei soggetti di cui è stata dichiarata la guarigione, con effettivi 119 residenti tuttora contagiati. Non solo: insieme con l’evidenza di altri due ricoveri, torna a salire – ora sono 19, su 68 realtà nel territorio cantonale – il numero delle strutture nelle quali il “Coronavirus” resta presente. A titolo di cronaca: nel periodo di conclamazione della pandemia, vale a dire dall’ultima settimana di febbraio 2020 ad oggi, oltre alle 365 vittime attribuite al Covid-19 sono da aggiungersi 1’011 morti per altri motivi; ciò significa che almeno il 29.33 per cento dei posti-letto (4’692 unità) ha cambiato proprietario per avvenuti decessi.