Home SPORT Calcio Dnb / Stavolta Sergio-goal non basta: Bellinzona, prima sconfitta

Calcio Dnb / Stavolta Sergio-goal non basta: Bellinzona, prima sconfitta

0

Scende dalla nuvoletta di un primato effimero ma meritato, almeno sino a questo pomeriggio, il Bellinzona pedatorio che subisce a domicilio la prima sconfitta nella stagione della cadetteria elvetica. Botta dura che non deve causare paura, l’1-4 incassato ad opera dello StadeLosannaOuchy, perché era anche chiaro il fatto che al collettivo servisse – come serve – una presa di coscienza dei limiti individuali e di squadra, potendosi rimediare un po’ meno ai primi ed un po’ di più ai secondi, ché il campionato è lungo e stremante. Vero è anche che ai granata tutto andò bene per mezz’ora abbondante, goal su rigore di Sergio Cortelezzi (già a quota tre in classifica marcatori) all’8.o e sostanziale tenuta del campo; minuto 35, sostituzione dell’uruguagio (al suo posto Rodrigo Pollero) e boh, la iella non esiste e non esistono nemmeno suoi succedanei, ma alla pausa la situazione fu già ribaltata (40.o, Alban Ajdini su assist di Giovani Bamba; 45.o, Giovani Bamba su assist di Edmond Akichi) ed alla ripresa, chissà, l’“animus pugnandi” venne meno, o si dirà che via via si fecero sentire gli effetti dei carichi di lavoro, concetti spendibili e credibili tutti, s’intenda

Losannesi ad ogni modo in allungo, e come sempre si potrebbe fare letteratura aulica ma contano i palloni nel sacco: sul tabellino si iscrisse dunque Teddy Okou, minuto 57 per l’1-3 e minuto 90 per l’1-4, in un contesto da chiara prevalenza ospite per numero di conclusioni (16 contro nove) e per possesso-palla (57 contro 43 per cento). Un pari ci sarebbe anche stato, ossia quello sui cartellini rimediati: erasi a quattro gialli per parte quando Tommaso Centinaro centrocampista si lasciò tradire dal nervosismo o dall’esuberanza che gli pertiene in ragione dei suoi felici 19 anni e finì per precedere di cinque secondi i compagni e gli avversari negli spogliatoi. Già: al 94.o, in situazione talmente definita e cristallizzata da aver indotto un buon terzo del pubblico a prendere la via verso i parcheggi, forse non era il caso di infliggersi un altro danno collaterale. Ma amen: gruppo nuovo in categoria appena conquistata, chi pretenda di più cavi fuori il borsellino e porti qui un Kylian Mbappé o un Lionel Messi, cui volentieri si offrirebbe un’occasione, ma con partenza dalla panchina.

I risultati – Aarau-Losanna 1-2 (ieri); Sciaffusa-NeuchâtelXamaxSerrières 2-0 (ieri); Yverdon-Thun 3-1 (ieri); Bellinzona-StadeLosannaOuchy 1-4 (oggi); Wil-Vaduz (domani).

La classifica – Yverdon 7 punti; Losanna, StadeLosannaOuchy, Sciaffusa 6; Bellinzona, Aarau 4; Wil 3; Vaduz 2; Thun 1; NeuchâtelXamaxSerrières 0 (Wil , Vaduz una partita in meno).

Previous articleGambarogno: auto si ribalta in rotatoria a Contone, feriti due anziani
Next articleCocquio Trevisago (Varese): rogo in un’azienda, soli danni materiali