Home SPORT Calcio Dna / Lugano lacrimante: 24 tiri, un palo, e i tre...

Calcio Dna / Lugano lacrimante: 24 tiri, un palo, e i tre punti allo Zurigo

Alla seconda dello scorso campionato, che era poi in pari rango di quello inauguratosi tra ieri ed oggi, e contro la stessa avversaria ma in campo avverso, da piedi e testa dei giocatori del Lugano uscirono in tutto nove tiri contro 28 e ad onta di 38 minuti in 10 contro 11 venne rimediato un punto sul 2-2. A terreno invertito, e dunque nella piovorna Cornaredo di questo pomeriggio, i bianconeri ci provarono 24 volte (contro 11) spuntando un legno quale massimo esito (78.o, palo colto da Mattia Bottani) e cavando nulla per la classifica, cioè non riuscendo a risalire la china dallo 0-2 su firme di Adrián Guerrero su assist di Assan Ceesay (20.o) e di Antonio Marchesano su rigore (45.o). Zero al quoto, tanto rammarico, e gli altri godono.

Già agli archivi le illusioni destate da una rapida ma apparentemente solida fase pretorneo (compreso l’effettivo 2-2 con l’Inter nell’ultima amichevole a ranghi pieni; l’esito dal dischetto, in simili casi, conta solo per via del fatto che c’è una coppa da consegnarsi), si potrà certamente dire che c’è delusione per una sconfitta immeritata, che la preparazione è stata articolata con un cantiere aperto e porte girevoli in entrata ed in uscita, che si sta lavorando per gli assetti e che serve tempo per garantire un minimo di omogeneità tra i reparti e di integrazione dei nuovi arrivati. Tutto vero e sacrosanto; ma è la stessa situazione che si trova ad affrontare lo Zurigo. Ed Abel Carlos da Silva Braga, onusto di storia e di carriera ma paracadutato in un contesto che non conosce, può aver visto più cose positive che guai; da uno scollamento fra centrocampo e difesa venne tuttavia il primo goal, da un intervento eterodosso derivò il rigore. Al tecnico brasiliano, tra l’altro, i nomi a tabellino diranno poco: ma tutti e tre, cioè due marcatori ed un uomo-assist, passarono in tempi non lontani proprio da Lugano. Ci si potrebbe consolare, ma è un palliativo da fideisti, riscontrando che il primo turno andiede agli archivi senza beneficio alcuno dal fattore-campo ossia con sole vittorie esterne. Vedremo.

I risultati – Lucerna-Youngboys 3-4 (ieri); Losanna-San Gallo 1-2 (ieri); Lugano-Zurigo 0-2 (oggi); Sion-Servette 1-2 (oggi); Grasshoppers Zurigo-Basilea 0-2 (oggi).

La classifica – Basilea, Zurigo, San Gallo, Youngboys, Servette 3 punti; Lucerna, Losanna, Lugano, Sion, Grasshoppers Zurigo 0.

Articolo precedenteKanton Bern: Leblose Person in Bahntunnel aufgefunden
Articolo successivoClima di attesa, lo “Swiss market index” arretra ma senza drammi