Home SPORT Calcio Dna / Lugano in festa continua, a Cornaredo cade anche lo...

Calcio Dna / Lugano in festa continua, a Cornaredo cade anche lo Zurigo

22
0

Nella serata delle felicitazioni reciproche – Zurigo ospite ben felice di celebrare a Lugano il titolo nazionale già conquistato, Lugano padrone di casa ben entusiasta di festeggiare con lo Zurigo una Coppa Svizzera che fa massa -, bel calcio senza troppi pensieri a Cornaredo per la penultima della massima serie pedatoria 2021-2022 e, quale ciliegina dell’annata, vittoria dei bianconeri con un 2-1 che gli sviluppi di gioco avrebbero potuto tradurre in scarto triplo e che invece stampa a perfezione il confronto, modesti nella vittoria gli uni, fieri nella sconfitta gli altri. 5’093 gli spettatori, per effetto di trascinamento dalla trasferta trionfale in quel del “Wankdorf” di Berna; ospiti avanti con Akaki Gogia al 3.o, palla al centro e pareggio di Jonathan Sabbatini su imbeccata di Mattia Bottani (4.o), sorpasso al 28.o sulla “raccomandazione” di Numa Lavanchy ancora per Jonathan Sabbatini. A legittimare il successo la traversa di Mattia Bottani (44.o) ed il palo di Sandi Lovric (53.o) quale contraltare al solo palo colto da Wilfried Gnonto (31.o); del 74.o un episodio discusso, palla nella rete dello Zurigo, fue o no fue la mano de Dios, alla fine l’arbitro Sven Wolfensberger propende per il nostranissimo “ens” e non dà séguito; niente espulsi, cambi ai massimi numerici consentiti su amendue i fronti. Ed ora, prepararsi per l’ultima tappa: sarà quarto posto, al massimo un terzo a pari merito.

I risultati – Lugano-Zurigo 2-1; Losanna-Sion 1-2; Lucerna-Youngboys 2-2; Grasshoppers Zurigo-San Gallo 3-2; Servette-Basilea 0-0.

La classifica – Zurigo 76 punti; Basilea 59; Youngboys 57; Lugano 54; San Gallo 47; Servette 43; Grasshoppers Zurigo, Sion 40; Lucerna 37; Losanna 22.

Previous articleSalez (Kanton Sankt Gallen): Häftling tot in Zelle aufgefunden
Next articleChiasso stazione, 180’000 euro di troppo nei bagagli: due bulgari nei guai