Home SPETTACOLI Burattini ed affini, il “Castello incantato” torna su nove piazze

Burattini ed affini, il “Castello incantato” torna su nove piazze

Nove piazze per 12 spettacoli, di cui due dalla Svizzera, sette dall’Italia e tre dall’Argentina; 20 giochi di abilità e di ingegno; due laboratori. Questi i numeri del “Castello incantato”, al secolo il “festival” internazionale di teatro con figure che sotto egida del “Teatro dei fauni” in Locarno e di Santuzza Oberholzer sua animatrice si appresta a tornare sulla scena ticinese, ben compresso nel periodo di tre settimane ovvero tra domenica 15 agosto e domenica 5 settembre. Confermati i pilastri dell’evento, ossia l’entrata libera per il pubblico di ogni età e lo svolgimento all’aperto ma con immediata possibilità di spostamento al chiuso in caso di maltempo, valori aggiunti della 23.a edizione saranno il significativo contributo da parte di figure femminili (la metà degli spettacoli è stata ideata e viene interpretata da sole donne) e l’omaggio a soggetti della tradizione italiana ovvero in provenienza da regioni quali Lombardia, Liguria, Veneto, Sicilia, Sardegna e Campania.

Il programma: apertura a Ferragosto nella consueta cornice locarnese in località Cardada, ore 20.30. con “Guarattelle, burattini napoletani” dell’artista Irene Vecchia; a seguire tappe a Muralto (zona Burbaglio, mercoledì 18 agosto, ore 21.00, con “E vissero… felici e contenti”), Gambarogno frazione Gerra (zona “Delta valle”, giovedì 19 agosto, ore 21.00, con “Sombras de cine-Ombre del cinema”), Verzasca (frazione Brione, zona chiesa, ore 17.00, con “Anime e sassi”), Ronco sopra Ascona (piazza Madonna, giovedì 26 agosto, ore 21.00, con “Cappuccetto rosso” in… versione dal finale inedito), Minusio (lungolago Portigòn, venerdì 27 agosto, ore 21.00, con “La pazzia di Orlando”); Locarno (zona Moretttina, sabato 28 agosto, ore 17.30, con “Il bosco in valigia”), Minusio (lungolago Portigòn, domenica 29 agosto, ore 17.30, con “Storie di lupi”); infine Losone (piazza San Giorgio, venerdì 3 settembre, ore 21.00, con “Camminando sotto il filo”) e Locarno (piazza San Francesco, sabato 4 settembre, tre spettacoli ad intrecciarsi l’uno sull’altro). In immagine, Santuzza Oberholzer.

Articolo precedenteCaduta massi sul lato bleniese, niente transito al Passo del Lucomagno
Articolo successivoGrandine e temporali: colpite le valli, Locarnese sotto sferza