Home CULTURA “Biennale dell’immagine”, mani giovani per una visibilità da… futuro

“Biennale dell’immagine”, mani giovani per una visibilità da… futuro

Otto settimane da metà settembre a metà novembre per la “Biennale dell’immagine” di Chiasso, al ritorno nel 2021 con la celebrazione del quarto di secolo ed in manifesto spirito di rinnovamento pur rimanendo il fulcro su foto, video ed arti visive. Scelta strategica compiuta: affidamento della gestione “Instagram” ad allievi di corsi superiori di formazione in contesto artistico da scegliersi fra Ticino e Lombardia, in modo che da questi studenti giungano suggerimenti, proposte e contenuti in esplorazione della fascia di età fra i 18 ed i 25 anni; primi in adesione sono alcuni giovanissimi del Liceo cantonale di Mendrisio, con la collaborazione dei docenti nelle discipline specifiche; prossime presenze dall’“Accademia di architettura-Usi” in Mendrisio e dalla Supsi (corso di laurea in comunicazione visiva); dall’Italia l’“Accademia di belle arti” in Brera a Milano e l’“Accademia “Aldo Galli” di belle arti” in Como. La 12.a edizione dell’evento sarà inaugurata venerdì 17 settembre e si concluderà domenica 14 novembre, presenti i vertici dell’omonima associazione (organizzatori) ed i responsabili del “Centro culturale Chiasso”.