Home CRONACA Bellinzonese: furti “selezionati” di biciclette, inchiesta in porto

Bellinzonese: furti “selezionati” di biciclette, inchiesta in porto

Ricettazione e furto gli addebiti mossi ad un 32enne dominicano e ad una 53enne svizzera di origini non precisate, entrambi con residenza nel Bellinzonese, con riferimento all’inchiesta svolta da agenti della Polcantonale sui furti di numerose biciclette – parte delle quali a propulsione elettrica – tra Bellinzona e dintorni. A conclusione, come indica un portavoce della Polcantonale, gli accertamenti esperiti sulla scorta dell’individuazione di 12 biciclette e di un “miniquad” nella cantina di uno stabile, scoperta fatta da agenti della Polcom Bellinzona; immediato il sospetto circa la provenienza illecita dei mezzi; dalle indagini la conferma del fatto che almeno tre delle biciclette, per un controvalore stimato in oltre 8’000 franchi, erano state rubate. Verifiche vengono esperite in questi giorni circa gli altri mezzi. Da approfondirsi i gradi di responsabilità della 53enne e del 32enne che avevano preso in affitto la cantina.

Articolo precedenteCovid-19 in Ticino, messaggio di speranza: meno degenti in cure intensive
Articolo successivoBellinzona: spaccio di cocaina, giovane dominicano in manette