Home CRONACA Arriva l’“AlpTransit” al Ceneri, sogni econoculturali per il Ticino

Arriva l’“AlpTransit” al Ceneri, sogni econoculturali per il Ticino

Lanciata oggi da Palazzo delle Orsoline in Bellinzona, in concorso tra due Dipartimenti cantonali (Finanze-economia ovvero Christian Vitta, Educazione-cultura-sport ovvero Manuele Bertoli), la campagna denominata “Economia e cultura” con cui l’autorità politica cantonale, di concerto con tre enti pubblici vale a dire Bellinzona, Lugano e Locarno, punta sull’apertura della galleria di base “AlpTransit” al Ceneri quale strumento di nuova mobilità anche sul fronte del tempo libero, in ispecie con l’obiettivo di valorizzare l’offerta culturale presente ed il potenziale economico del territorio. Tre i progetti, sviluppati con l’apporto dei vertici dell’“Agenzia turistica ticinese”: a) fra maggio e giugno, in tre eventi distinti nelle tre città menzionate, presentazione dello studio sull’impatto economico della cultura in Ticino, lavoro commissionato alla “Bak economics” e grazie al quale sarebbero disponibili “dati scientifici” utili alla valutazione di uno slancio supplementare “all’economia della cultura”; b) tra settembre 2020 ed agosto 2021, con lancio durante il “Filmfestival” di Locarno, iniziativa “Cultura in movimento”, serie di appuntamenti (mostre, pubblicazioni, mediazione culturale; a fianco, anche una campagna di comunicazione sviluppata in seno alla Supsi) sul tema “Viaggio-paesaggio”; c) ampliamento delle offerte culturali all’interno del “TicinoTicket”, cui sono convenzionate ora oltre 100 realtà.