Home POLITICA Aggregazioni, in campo il “poker” Aranno-Bioggio-Neggio-Vernate

Aggregazioni, in campo il “poker” Aranno-Bioggio-Neggio-Vernate

Commissione di studio effettivamente all’opera da oggi, stante l’avvenuta nomina in sede di Consiglio di Stato, per l’aggregazione da cui dovrebbe sorgere un Comune unico tra Aranno, Bioggio, Neggio e Vernate. Ostacoli reali, stanti anche l’effettiva appartenenza dei Comuni al medesimo comprensorio (e qui piazziamo il nome provvisorio: “Malcantone est”) e la previsione di realizzare gli scenari in tappe successive, nessuno; si tratta in sostanza di sedersi e di mettere sul piatto quel che unisce, valutando le esigenze di strutture e di infrastrutture funzionali a far sì che questo non resti un quadrifoglio senza stelo. I membri della commissione: per Aranno, Stefano Magini (sindaco) e Paolo Felix (vicesindaco); per Bioggio, Eolo Alberti (sindaco) e Daniele Bianchi (vicesindaco); per Neggio, Antonella Notari (sindaca) e Gracco Moreno Barberis (vicesindaco); per Vernate, Andrea Russi (municipale) ed Angelo Vegezzi (municipale). Con ruolo tecnico, del gruppo faranno parte anche i quattro segretari comunali; il ruolo di tramite con il Dipartimento cantonale istituzioni, secondo prassi, sarà garantito da funzionari della Sezione enti locali.

Articolo precedente“Coronavirus” nelle scuole ticinesi, due fronti verso la chiusura
Articolo successivoControlli-“radar”, settimana da ansia tra Luganese e Locarnese