Home CRONACA A2 a Faido, furgone centra “roulotte”: cinque feriti. Gravi i disagi

A2 a Faido, furgone centra “roulotte”: cinque feriti. Gravi i disagi

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 11.13) Forse un rallentamento improvviso, forse una frenata, forse un mancato rispetto delle distanze di sicurezza, forse un sorpasso mal iniziato o mal concluso: tutte ipotesi da indagarsi per spiegare la collisione occorsa stamane, intorno alle ore 6.54, lungo la A2 direzione nord, in territorio di Faido frazione Mairengo, sull’uscita dalla galleria “Piumogna” al chilometro 93 virgola zero e dunque quattro chilometri dopo lo svincolo per Faido e cinque chilometri prima dello svincolo per Quinto. Cinque i feriti, tutti in modo non grave, tutti assistiti sul posto e poi trasferiti in strutture nosocomiali grazie a quattro equipaggi di ambulanza della “Tre valli soccorso” e ad un equipaggio di ambulanza della “Croce verde” di Bellinzona; necessario anche l’intervento di una squadra dei Pompieri Biasca, chiamati a domare l’incendio di uno dei due mezzi coinvolti.

Quanto alla dinamica dei fatti, secondo prima e sommaria indicazione fornita dal portavoce della Polcantonale, un veicolo commerciale con targhe ticinesi ha urtato la “roulotte” da cui era preceduto e che era trainata da una “Opel” immatricolata nel Canton Zurigo; decisamente violento l’impatto, se è vero che la “roulotte” si è frantumata in mille pezzi. I feriti: un 29enne di nazionalità non nota e residente in Leventina (soggetto alla guida del furgone), un 42enne di nazionalità non nota e domiciliato nel Canton Zurigo, ed inoltre la moglie e le figliolette del 42enne. Per esigenze legate ai soccorsi, allo sgombero dei veicoli ed al ripristino del campo stradale (opera, quest’ultima, deputata ad operatori dell’“Unità territoriale 4 Ustra”), il tratto della A2 tra Faido e Quinto è stato chiuso al traffico per oltre un’ora e mezzo, con deviazione forzata sulla Cantonale all’uscita di Faido. Inevitabili i disagi anche sulla viabilità ordinaria; nel contempo, al portale sud della galleria del San Gottardo, formazione di colonne ora giunte alla lunghezza di sei chilometri ed in aumento. Nella foto, le code in corrispondenza dell’abitato di Piotta alle ore 10.44.