Home ECONOMIA Tensioni stemperate, “Swiss market index” in sola limatura

Tensioni stemperate, “Swiss market index” in sola limatura

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 19.41) Contenuto al minimo sindacale il riallineamento al ribasso, sull’onda dell’inasprimento della crisi tra Washington e Pechino in materia di dazi (tra l’altro, con lo yuan scivolato o fatto scivolare ai minimi da 11 anni contro il dollaro Usa) e nell’attesa delle dichiarazioni di chiusura del “G7” a Biarritz (Francia), sullo “Swiss market index” della Borsa di Zurigo nella seduta inaugurata dell’ultima settimana di contrattazioni nel secondo quadrimestre 2019: riscontro finale a 9’715.83 punti, dunque con calo contenuto allo 0.30 per cento, pur in listino prevalentemente al negativo. “LafargeHolcim limited” (più 0.46 per cento) in miglior difesa; retroguardia per comparto lusso (“Compagnie financière Richemont Sa”, meno 0.42; “The Swatch group Ag”, meno 0.52); fanalino di coda il titolo “Novartis Ag” (meno 1.12). Dalle altre piazze primarie in Europa: Dax-30 a Francoforte, più 0.40; Ftse-Mib a Milano, meno 0.67; Cac-40 a Parigi, più 0.45. Buoni progressi a New York, con indici di riferimento in ascesa fra lo 0.83 e l’1.10 per cento. Euro in parziale recupero a 108.7 centesimi di franco.