Home POLITICA Votazioni cantonali: negozi più “flessibili”, fisco familiare più “leggero”

Votazioni cantonali: negozi più “flessibili”, fisco familiare più “leggero”

470
0

Non proprio la miglior domenica, per il fronte sindacale in sigle Unia e Ocst, sui due temi oggetto di votazione a livello cantonale: sono difatti state approvate sia la modifica alla Legge sulle aperture dei negozi sia la modifica alla Legge tributaria, rispettivamente con il 56.8 e con il 53.3 per cento di consensi alle urne. I punti qualificanti: per quanto riguarda i punti-vendita, nei festivi infrasettimanali cosiddetti “non parificati alle domeniche” e nelle domeniche di dicembre la chiusura sarà prorogata dalle ore 18.00 alle ore 19.00, ed inoltre è prevista un’apertura domenicale in più (da tre a quattro), ed ancora saranno concesse metrature supplementari per ampliamenti delle strutture in “fascia turistica” (da 200 a 400 metri quadrati); quanto alla Legge tributaria, per ogni figlio e per ogni persona bisognosa a carico è autorizzata una deduzione fiscale aggiuntiva (1’200 franchi al più) dei premi di Cassa malati. Non entusiasmante il tasso di partecipazione al voto: 39 per cento, e amen.