Home CRONACA Ticino, tre altre vittime da Covid-19. 30 i degenti in terapia intensiva

Ticino, tre altre vittime da Covid-19. 30 i degenti in terapia intensiva

Tre decessi (910 in tutto) ed altri 10 ricoveri in ospedale (18 i fogli di dimissione firmati contestualmente) ci raccontano oggi di una situazione in apparente miglioramento, sul fronte della lotta al Covid-19, nel Ticino tuttavia ancora lontano dal tempo in cui si potrà dichiarare esaurita la seconda ondata della pandemia manifestatasi – lo si ricorderà – ormai 11 mesi addietro, sottovalutata da ogni autorità preposta, et cetera. La svolta non c’è ancora, una decrescita marginale ma costante invece è sotto gli occhi di tutti: in ospedale restano 205 persone, nel 15 per cento circa dei casi (30) sotto terapia intensiva e, dunque, a costituire un banco di rischio primario. 52 i nuovi contagiati nel passaggio da ieri all’alba di oggi, stando a ciò che viene riferito dall’Ufficio del medico cantonale; sino ad ora, i casi di positività sul territorio sono stati 26’473, il che permette di proiettare a domani o a doman l’altro il superamento della soglia dei 23’000 contagiati nella sola fase numero due. Al sette per cento, secondo evidenze dell’altr’ieri e su un totale di 698 tamponi verificati in laboratorio, l’incidenza dei positivi; su dati di ieri, 551 i soggetti in isolamento, 963 le persone sottoposte al vincolo della quarantena.