Home CRONACA Ticino nel mirino per esigenze da “summit”. Ah, sì, anche per i...

Ticino nel mirino per esigenze da “summit”. Ah, sì, anche per i “radar”

0

A sensazione, soprattutto lunedì e martedì, non spetterà a loro la parte del leone tra i vari controlli da parte delle forze di polizia, in ispecie nel Luganese dove si concentreranno le attenzioni sui vetturali per note questioni connesse con una non particolarmente utile “convention”. Pur consci della loro temporanea subalternità rispetto al potere dei posti di blocco, saranno egualmente egualmente e non potrebbero del resto mancare gli occhi elettronici dei “radar” a schieramento sulle strade del Ticino: da lunedì 4 a domenica 10 luglio, versione sparsa. Così per aree e località: nel Distretto di Bellinzona, Monte Carasso, Bellinzona, Gnosca e Giubiasco; nel Distretto di Leventina, Villa Bedretto e Airolo; nel Distretto di Locarno, Vogorno, Losone ed Ascona; nel Distretto di ValleMaggia, Cevio; nel Distretto di Lugano, Lugaggia, Vaglio, Comano, Tesserete, Pezzolo, Rivera, Agno, Davesco-Soragno, Viganello, Loreto, Castagnola, Lugano-centro e Molino Nuovo; nel Distretto di Mendrisio, Vacallo, Capolago, Balerna e Novazzano. Due infine, a Corzoneso ed a Piotta, i controlli previsti con apparecchiature semistazionarie.

Previous articleStadt Basel: Vermisster 51-jähriger Mann wieder aufgefunden
Next articleVal Mara, alla “CasaGalleria.art” la natura secondo Marshall Vernet