Home CRONACA Ticino, l’impietoso incedere del Covid-19: un’altra vittima, superati i 32’000 casi

Ticino, l’impietoso incedere del Covid-19: un’altra vittima, superati i 32’000 casi

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 13.32) La 27.a vittima in Ticino nel contesto della terza ondata, ovvero la 985.a dall’inizio della pandemia covidiana, si iscrive nel triste elenco di una strage resasi più silente, ma non meno temibile, sull’avanzarsi di risposte sia strategiche sia vaccinali; nei fatti, anche in questa fase caratterizzata da alto numero di contagi ma con tasso di letalità in proporzione di uno a 13 rispetto alla prima fase, dobbiamo ancora registrare un morto ogni due giorni, ed è la tragica evidenza di un esistente sempre assai lontano dal desiderato e dall’autentica normalità. Nel transito da ieri all’alba di oggi, parametro cui si cerca di rimanere agganciati pur nella distonia delle informazioni da fonte ufficiale (in conferenza-stampa si apprese ieri che la quota dei vaccinati “completi” si fissa già oltre l’11 per cento della popolazione e con oltre 112’000 dosi somministrate; sul sito InterNet del Dipartimento cantonale sanità-socialità restano valori al 9.9 per cento con 99’245 dosi), rilevasi infatti che ci troviamo ormai oltre i 32’000 contagiati nel complesso e cioè sull’arco di 14 mesi, 32’008 i positivi a tutti gli effetti, e di questi 3’218 in poco più di sette settimane.

Buon messaggio dal calo nell’occupazione di posti-letto in strutture nosocomiali, 76 a dato cumulativo fra le varie realtà, per effetto di 13 dimissioni a fronte di cinque ingressi; 14 tuttavia restano i pazienti sottoposti a terapie intensive, e di loro gran parte con ventilazione assistita. Nessun aggiornamento per quanto concerne il tasso di contagi emersi sul totale dei tamponi effettuati e controllati in laboratorio sul periodo di 24 ore (a mercoledì 21 aprile, nove per cento con 629 “test”); sul dato di venerdì 23 aprile, 545 le persone in isolamento, 751 quelli in quarantena. Un solo contagio permanente nel sistema delle residenze per anziani.

Articolo precedenteCovid-19, quarantena in Centovalli: “confinate” le elementari di Intragna
Articolo successivoPalco… comune in tutta la Confederazione: nasce “Scena svizzera”