Home CRONACA Scorribanda dal confine a Bellinzona, arrestato. Ma dove voleva andare?

Scorribanda dal confine a Bellinzona, arrestato. Ma dove voleva andare?

155
0

Aveva sfondato un posto di controllo della Guardia italiana di finanza a Chiasso-Brogeda, poi si era infilato in una corsia chiusa al transito facendo strage di segnali, poi si era lanciato in una fuga verso nord senza meta apparente; per stringerlo in una morsa, con il concorso di colleghi della Polcom Bellinzona, era stato necessario un dispositivo con impegno di numerose unità lungo l’asse della A2, sino agli svincoli della capitale in quel di Camorino. È ora in carcere il “Mister X” che ieri aveva tenuto in apprensione mezzo Ticino con una folle rincorsa di cui ancora non si comprende la logica: si scopre almeno trattarsi di un sedicente 24enne, sedicente originario del Marocco, sicuramente senza fissa dimora, ignoti lo “status” e l’eventuale fedina penale in Italia (dicesi “Italia” essendo tale tizio entrato da Como su suolo cantonale; a titolo di esempio, non si sa se la vettura sia per caso provento di furto).

L’uomo è stato ad ogni modo trovato in possesso di cocaina per una decina di grammi e di contanti per alcune migliaia di euro. Gli addebiti iscritti sul fascicolo di cui è titolare il procuratore pubblico Zaccaria Akbas: infrazione alla Legge federale sulla circolazione stradale, guida in stato di inattitudine, inosservanza dei doveri in caso di incidente, stato difettoso dei veicoli, guida senza autorizzazione, infrazione alla Legge federale sugli stupefacenti, entrata o partenza o soggiorno illegale, impedimento di atti dell’autorità.

Previous articleBorsa di Zurigo nell’anonimato. Bitcoin, balzo a quota 50’000
Next articleAppiano Gentile (Como): furgone a fuoco, il conducente si mette in salvo