Home ECONOMIA Reazione di nervi e d’orgoglio, “Swiss market index” in strappo

Reazione di nervi e d’orgoglio, “Swiss market index” in strappo

0

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 17.45) Quasi brutale riaffioramento della cifra verde sul listino primario della Borsa di Zurigo, all’indomani di una seduta assai problematica e contraddistinta da singoli cedimenti in misura ragguardevole, nell’ultimo appuntamento della settimana. Al traino di “Ubs group Ag” (più 6.27 per cento), “Compagnie financière Richemont Sa” (più 4.84) e “Sika group Ag” (più 4.66), “Swiss market index” in progresso pari al 3.01 per cento ad 11’987.31 punti; unica ed effettiva eccezione (meno 4.19 per cento) dal titolo “Swiss Re group Ag”: pur nel ritorno ad un vigoroso utile netto (1.44 miliardi di dollari) rispetto al problematico 2020 (perdita di 870 milioni di dollari), l’esercizio è risultato al di sotto delle aspettative di vari analisti. Spunti vari dall’allargato: bruciante “Bobst group Ag” (più 22.83), avanti “Santhera pharmaceuticals holding Ag” (più 9.59). Così sulle altre piazze europee: Dax-30 a Francoforte, più 3.67 per cento; Ftse-Mib a Milano, più 3.59; Ftse-100 a Londra, più 3.91; Cac-40 a Parigi, più 3.55; Ibex-35 a Madrid, più 3.51. Nasdaq e “Dow Jones” in guadagno rispettivamente nella misura dell’1.36 e del 2.08 per cento. Cambi: 104.38 centesimi di franco per un euro, 92.76 centesimi di franco per un dollaro Usa; in movimento sul posto, a 36’484.21 franchi per unità, il controvalore teorico del bitcoin.

Previous articleHockey Prima lega / Gruppo est, “play-off”: si spezza la serie dei GdT1
Next articleCovid-19 in Ticino, il dolore resta: in 24 ore un morto e 659 nuovi casi