Home CRONACA Rapine a Brusino Arsizio, preso il frontaliero del crimine

Rapine a Brusino Arsizio, preso il frontaliero del crimine

Dal Varesotto era arrivato per fare il colpo; per via di un valico sul Varesotto si era dileguato. Un po’ come nella storiella in cui sei portato a pensare ai cavalli se senti uno scalpiccio di zoccoli ed un ripetuto nitrire, era perlomeno probabile che quel tizio nel Varesotto vivesse o soggiornasse. Ed infatti: preso tre giorni or sono, in provincia di Varese, un 34enne su cui pendeva l’ordine internazionale di arresto con riferimento a tre rapine perpetrate in territorio comunale di Brusino Arsizio, tra il 2017 ed il 2018, bersagli sempre le stazioni di servizio; all’uomo, come riferiscono fonti di ministero pubblico e Polcantonale, gli inquirenti sono giunti dopo ampia indagine cui hanno cooperato effettivi della Questura di Varese (Polizia di Stato). Nei prossimi giorni, una volta rilevata l’inesistenza di pendenze a carico del soggetto su suolo tricolore, saranno espletate le pratiche pertinenti alla richiesta di estradizione. “Dossier” nelle mani della procuratrice pubblica Margherita Lanzillo.