Home CRONACA Rapine a Brusino Arsizio, preso il frontaliero del crimine

Rapine a Brusino Arsizio, preso il frontaliero del crimine

Dal Varesotto era arrivato per fare il colpo; per via di un valico sul Varesotto si era dileguato. Un po’ come nella storiella in cui sei portato a pensare ai cavalli se senti uno scalpiccio di zoccoli ed un ripetuto nitrire, era perlomeno probabile che quel tizio nel Varesotto vivesse o soggiornasse. Ed infatti: preso tre giorni or sono, in provincia di Varese, un 34enne su cui pendeva l’ordine internazionale di arresto con riferimento a tre rapine perpetrate in territorio comunale di Brusino Arsizio, tra il 2017 ed il 2018, bersagli sempre le stazioni di servizio; all’uomo, come riferiscono fonti di ministero pubblico e Polcantonale, gli inquirenti sono giunti dopo ampia indagine cui hanno cooperato effettivi della Questura di Varese (Polizia di Stato). Nei prossimi giorni, una volta rilevata l’inesistenza di pendenze a carico del soggetto su suolo tricolore, saranno espletate le pratiche pertinenti alla richiesta di estradizione. “Dossier” nelle mani della procuratrice pubblica Margherita Lanzillo.

Articolo precedenteLosone, il “PentArs nova brass quintet” in concerto ad Arcegno
Articolo successivoNidau (Kanton Bern): Brennende Person aufgefunden