Home CRONACA «Ragazza scomparsa». Poi la revoca: «Pardon, tutt’un errore»

«Ragazza scomparsa». Poi la revoca: «Pardon, tutt’un errore»

Sparita non era; ed ha avuto ragione chi, pur nella perentorietà dell’annuncio diffuso dai vertici della Polcantonale, ha preferito aspettare una mezz’ora e sincerarsi nel frattempo circa la situazione, la cui evidenza risultava diversa rispetto al preteso. Tale ragionamento per dire che fra le ore 12.30 e le ore 13.00 di oggi, nel nome della non ancora 17enne Rebecca Asia Florio cittadina italiana con domicilio in Bellinzona, è andata in scena una sorta di commedia degli equivoci, risultando “ex post” che l’avviso di ricerca della ragazza – data per scomparsa intorno alle ore 23.00 dell’altr’ieri da un edificio in via Francesco Borromini a Bellinzona, e con puntuale descrizione di altezza peso connotati e capi di abbigliamento indossati oltre che dello zainetto – era “da revocarsi immediatamente”, in quanto “pubblicato per errore”. Così fu, così era e così è; come si suol pensare tra buoni cristiani, meglio un errore che una cattiva notizia.