Home CRONACA “Radar”, stavolta la potenza di fuoco va tutta (o quasi) sulle città

“Radar”, stavolta la potenza di fuoco va tutta (o quasi) sulle città

81
0

Di nuovo concentrata sulle realtà urbane e di cintura, in Ticino, le presenze dei “radar” così come programmato per la settimana entrante ovvero tra lunedì 20 e domenica 26 maggio; al riscontro in cifre, riguardano le aree discoste sole cinque apparizioni di strumenti per il controllo mobile della velocità, e meglio zero nel Distretto di ValleMaggia, una nel Distretto di Blenio (a Motto), tre nel Distretto di Leventina (ad Airolo, a Piotta ed a Giornico) ed una nel Distretto di Riviera (a Lodrino). Così nel resto del Cantone: per il Distretto di Bellinzona, Camorino, Giubiasco, Claro, Bellinzona-centro, Castione, Gorduno ed Arbedo; nel Distretto di Locarno, Locarno, Rìazzino, Gordola, Losone, Gerra Gambarogno, Vogorno, Arcegno, Ascona e Golino; nel Distretto di Lugano, Roncaccio, Magliaso, Caslano, Melano, Gentilino, Ponte Capriasca, Melide, Sureggio, Comano, Canobbio e Brusino Arsizio; nel Distretto di Mendrisio, Morbio Inferiore, Genestrerio, Balerna e Chiasso. Quattro infine – a Tegna, a Ruvigliana, a Novazzano ed a Riva San Vitale – i controlli previsti con apparecchiature semistazionarie.