Home ECONOMIA “Swiss market index” a colpi di primati, 13’000 punti soglia del possibile

“Swiss market index” a colpi di primati, 13’000 punti soglia del possibile

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 18.59) E a questo punto, proprio sull’evidenza delle cifre, non è poi così peregrina l’ipotesi di uno “Swiss market index” a quota 13’000 punti prima della fine dell’anno. Quantomeno: un po’ per gioco di mera speculazione aritmetica, ed un po’ perché un simile obiettivo è diventato realistico, qualche operatore incomincia a crederci: oggi è stato sufficiente un refolo di vento per far stampare una serie di massimi storici a catena, il meglio alle ore 14.41 sui 12’977.21 punti salvo chiusura a quota 12’970.53 e parliamo dunque di un progresso pari allo 0.81 per cento. Listino primario dai rebbi tuttavia ravvicinati: “Givaudan Sa” in vetta, più 1.41 per cento; “Logitech Sa” sulla coda, meno 0.26). Idee varie per l’allargato, dove potrebbe costituire un rischio ponderato l’investimento su “Schweiter technologies Ag” (più 2.23 per cento) e, ai prezzi di oggi, ancora su “Zur Rose group Ag” (meno 1.28). Dalle altre sedi di contrattazione: Dax-30 a Francoforte, più 0.81; Ftse-Mib a Milano, più 1.59; Ftse-100 a Londra, meno 0.02; Cac-40 a Parigi, più 0.57; Ibex-35 a Madrid, più 0.77. Meno brillante New York, dove il Nasdaq accusa un calo pari allo 0.48 per cento mentre al “Dow Jones” spetta il ruolo di contraltare con minimo margine utile (più 0.17). A 103.70 centesimi di franco il cambio per un euro; 91.65 centesimi di franco per un dollaro Usa; bitcoin al controvalore teorico di 43’853.65 franchi per unità.

Articolo precedenteMendrisio, al “Teatro dell’architettura” ripartenza su triplo binario
Articolo successivoBocce ferme per la scuola, ma non per il Covid-19: altre due quarantene