Home ECONOMIA Lusso e bancari soffrono. Ma lo “Swiss market index” vola al primato

Lusso e bancari soffrono. Ma lo “Swiss market index” vola al primato

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 17.32) Pur in giornata pessima per finanziari (“Ubs group Ag”, meno 4.53 per cento su annuncio di calo dell’utile nel 2019; oltre 10.2 milioni di pezzi scambiati nei primi 45 minuti della seduta, 39.3 milioni di pezzi al saldo) e lusso (“The Swatch group Ag”, meno 0.53 per cento; “Compagnie financière Richemont Sa”, meno 1.59; entrambi in recupero da perdite intorno al tre per cento), “Swiss market index” della Borsa di Zurigo capace di stampare un altro massimo storico in chiusura su quota 10’884.51 punti, con progresso pari allo 0.35 per cento. Determinante il balzo del valore “Lonza group Ag”, volato dai 319.80 franchi di inizio ottobre 2019 ai 395.00 franchi delle ore 16.28 e con assestamento finale a 394.90 franchi (più 7.49 per cento) stante l’ottima impressione data dai riscontri sull’esercizio ultimo. Dalle altre piazze primarie in Europa: Dax-30 a Francoforte, più 0.05; Ftse-Mib a Milano, meno 0.65; Ftse-100 a Londra, meno 0.53. Privi di rilevanza gli scostamenti a Wall Street. Stabile sui 107.4 centesimi di franco il cambio per un euro.