Home REGIONI Paradiso, l’emozione dell’incontro con il Sol levante

Paradiso, l’emozione dell’incontro con il Sol levante

Sala multiuso di Paradiso strapiena (quasi un invito espresso a riproporre tale evento) al recente incontro con Norio Nagayama, consigliere della “Japan educational calligraphy federation”, e con esponenti della cultura giaponese nel contesto dell’evento dedicato specificamente allo “shodo”, vale a dire all’arte della calligrafia nel Paese del Sol levante. Scrittura, certo, ma da percepirsi come forma espressiva spirituale in quanto trasformazione del pensiero (o della testimonianza di un fatto) in messaggio; “sho-do”, del resto, è traduzione di “via della scrittura”, quindi disciplina “artistica e morale” – come è stato sottolineato dallo stesso Norio Nagayama, tra l’altro per la prima volta su suolo ticinese – per la quale sono richiesti “lungo apprendistato e continuo esercizio”; e solo dall’esercizio deriverebbe il percorso di crescita interiore funzionale a “rapportarsi meglio al mondo che ci circonda”. Pensiero, controllo, esperienza e… che altro? La ritualità, hanno detto gli ospiti: una ritualità che è parte del rapporto medesimo. Nell’occasione, due gli esempi portati: la vestizione del kimono ed una cerimonia del tè. In foto, un momento dell’incontro; altre immagini sulla nostra pagina “Facebook”.